Studenti con disabilità, la sentenza che ribadisce il diritto all’istruzione

I finanziamenti per il diritto all’istruzione degli alunni con disabilità, devono essere sempre garantiti, lo precisa la Corte in una recente sentenza.

Studenti con disabilità, una sentenza numero 83 del 11 aprile 2019, ha evidenziato l’importanza fondamentale dell’istruzione per i ragazzi con disabilità, ribadendo che la fruibilità del diritto non può mancare, bisogna sempre garantire servizi idonei. Inoltre, la Corte precisa che l’erogazione del diritto allo studente disabile deve essere sempre assicurata, e deve essere sempre finanziata, il diritto non può dipendere da scelte discrezionali del legislatore.

Studenti con disabilità: il diritto allo studio, il caso

Il ricorso su ci si è espressa la Consulta riguarda la Regione Veneto che ha impugnato numerose disposizioni, tra queste vi è il comma 70 dell’art. 1 il quale stabilisce che “per l’esercizio delle funzioni di cui all’articolo 1, comma 947, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, è attribuito un contributo di 75 milioni di euro per l’anno 2018 da ripartire con le modalità ivi previste“.

La Regione Veneto, fa presente che la misura rifinanzia solo il 2018, lasciando fuori l’anno in corso.

La disposizione verte come riporta il sito SuperAbile: “sull’assistenza per l’autonomia e la comunicazione personale degli alunni con disabilità fisiche o sensoriali di cui all’art. 13, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104 e ai servizi di supporto organizzativo del servizio di istruzione per i medesimi alunni o per quelli in situazione di svantaggio previsti dall’art. 139, comma 1, lettera c), del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112”.

I finanziamenti anche per il 2019

La Regione Veneto ha chiarito che il finanziamento per un solo anno è infondato, e che garantisce la copertura finanziaria per l’anno in corso per i servizi e assistenza degli alunni con disabilità.

La Corte costituzionale ha comunque voluto precisare l’importanza di assicurare uno stanziamento costante e pluriennale, con una programmazione coerente e stabile per gli alunni con disabilità in base ai valori costituzionali.

Alunni DSA: quali sono i diritti di tutela per gli studenti? Ecco cosa c’è da sapere

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”