Sul diario la nota “sono un somaro” ma l’alunno è DSA, ecco cosa è successo

DSA – In una scuola della Media Valle è comparso sul diario di alcuni alunni la nota “Non so cia e già, ho fatto a caso, sono un somaro”.

I Fatti

La nota è stata fatta scrivere dalla maestra agli alunni stessi, in una classe quinta, tra questi alunni c’è un bambino con DSA.

Questo ha scaturito un profondo disappunto da parte del dottor Andrea Mangone, consulente per le difficoltà nello studio e i disturbi dell’apprendimento, che con l’autorizzazione dei genitori, ha pubblicato la nota scritta sul diario con un lungo commento.

L’alunno ha un alto livello di DSA, è certificato e gli insegnanti sono stati informati. Il dottor Mangone ha dichiarato che lui stesso ha informato il corpo docente delle difficoltà dell’alunno.

Ha suggerito le strategie didattiche giuste per aiutarlo. Ha indicato quali strumenti compensativi e dispensativi sono utili da applicare nel suo caso, dando anche indicazioni su come predisporre le verifiche.  In quell’occasione, le maestre si sono rese disponibili e hanno affermato che tutto sarebbe stato fatto. Il bambino, invece, è stato seguito sempre nello stesso modo. Niente verifiche diversificate, nessun strumento compensativo, la richiesta di memorizzare nozioni.

I genitori hanno cercato di richiedere i diritti riconosciuti al bambino, inutilmente. Si son sentiti rispondere, che la colpa era tutta loro delle difficoltà del bambino, perchè infondono negatività e che il bambino non ha nessun problema. Il dottor Mangone ha commentato che tutto ciò è inammissibile e non solo dopo un anno scolastico fatto di umiliazioni, rimproveri e brutti voti, questa maestra è stata ottusa e ignorante nel far scrivere ai bambini la nota “sono un somaro”

La maestra si giustifica

La maestra si è giustificata dicendo che aveva detto all’alunno di cancellare la nota dal diario, ma lui lo ha dimenticato.

Una giustificazione scarna e pietosa, all’avviso di Mangone. Quella frase non sarebbe mai dovuta essere stata scritta dagli alunni, tanto meno dal bambino con DSA.

Il dottor Mangone spera che nei confronti di questa maestra, se si può ritenersi tale, vengono presi dei seri provvedimenti, perché per lui non è in grado di insegnare, e di dare spazio a migliori insegnanti.

Leggi anche: La certificazione diagnostica per DSA ha scadenza?

 

Sul diario la nota “sono un somaro” ma l’alunno è DSA, ecco cosa è successo ultima modifica: 2018-06-06T10:15:32+00:00 da Maria Di Palo

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.