Esenzione ticket sanitario 2019, chi può richiederla: ecco tutte le novità

Il ticket sanitario è una tassa che ogni cittadino deve pagare in corrispondenza di una prestazione sanitaria. C’è l’obbligo di pagarla per tutti i cittadini, mentre per altri hanno il diritto di ricevere un’esenzione.

Chi può richiedere l’esenzione dal ticket sono tutti quei cittadini che per patologia o reddito basso possono far richiesta presso la propria Asl l’esenzione.

Vediamo nel dettaglio i casi in cui va richiesta l’esenzione e con quale metodologia.

Cosa fare per ottenere il ticket sanitario

Un cittadino che soffre di una determinata patologia si deve recare dal proprio medico curante, che dovrà verificare se la patologia è inclusa nella lista approvata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze che da diritto all’esenzione. A questo punto il medico curante rilascia un certificato che attesta la patologia del paziente, che lo dovrà presentare alla propria Asl di competenza che rilascerà il certificato originale per l’esenzione. Questo certificato dovrà essere presentato al proprio medico per eventuali prescrizioni mediche.

Requisiti necessari per l’esenzione ticket sanitario per reddito

Si può richiedere anche l’esenzione del ticket sanitario anche in base al reddito. Questo viene suddiviso in basi a diversi requisiti che il cittadino deve avere e l’esenzione ha in codice diverso da requisito a requisito.

I codici corrispondenti e i requisiti necessari sono:

  • codice E01: bambini di età inferiore a 6 annianziani con più di 65 anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro l’anno;
  • codice E02disoccupatie familiari a carico, se il reddito è inferiore a 8.263,31 euro. La soglia di reddito aumenta a 11.362,05 euro con un coniuge a carico, e di ulteriori € 516,46 per ogni figlio a carico. A questa categoria fanno parte i lavoratori in mobilità ed i loro familiari. Nel caso in cui, durante il periodo di esenzione dal ticket sanitario venga superata la soglia di reddito (ad esempio perché trovato un nuovo lavoro) il cittadino dovrà recarsi alla propria Asl di competenza per restituire il certificato di esenzione;
  • codice E03: chi riceve un assegno sociale;
  • codice E04: chi riceve la pensione minima, con età superiore a 60 anni e familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito inferiore a 8.263,31 euro, ad euro 11.362,05 se è presente anche il coniuge a carico e con 516,46 euro per ogni figlio a carico. Appartiene a questa categoria anche chi ha una pensione di reversibilità, purché abbia lo stesso reddito appena citati.

Per determinare il reddito ai fini dell’esenzione dal ticket sanitario bisogna considerare il reddito del nucleo familiare che risulta nella dichiarazione dei redditi. L’importo di riferimento è quello riguardante i redditi al lordo degli oneri deducibili.

Come richiedere l’esenzione ticket quando si è disoccupato

Per aver diritto all’esenzione ticket con codice E2, è necessario che il cittadino abbia cessato per qualsiasi motivo l’attività lavorativa e si è inscritto al Centro per l’impiego.

Non si ha diritto all’esenzione dal ticket sanitario, chi non ha mai svolto un’attività lavorativa o ha cessato un attività autonoma, infatti questi non vengono considerati disoccupati.

corsia ospedale

Se decadono i requisiti cosa fare?

Chi usufruisce dell’esenzione ticket per reddito e per qualsiasi motivo non ha più in possesso dei requisiti necessari, non deve attendere la scadenza annuale del ticket, ma si deve recare all’Asl di competenza e consegnare il ticket. Se l’assistito volesse fare il furbo e aspettare la scadenza del ticket e quindi a beneficiare dell’esenzione, nel momento in cui viene scoperto dovrà pagare tutti ti ticket indebitamente non pagate.

Esenzione per patologia

Si ha diritto all’esenzione ticket sanitario anche per patologie, le quali sono raccolte in un elenco consultabile sul sito del ministero della Salute. Le patologia hanno ognuna un codice che verrà segnato sul certificato di esenzione e che dovrà essere trascritto su ogni impegnativa medica.

I cittadini che soffrono di malattie rare, hanno il diritto di richiedere l’esenzione ticket che riguarda tutti quegli esami e visite che sono mirati a verificare la presenza di tale malattie genetiche.

Il ministero ha individuato 284 malattie e 47 gruppi di malattie rara ai fini ticket.

Per malattia rara si intende una patologia riscontrata ogni 10.000 abitanti in 5 casi.

Anche in caso di invalidità è possibile fare richiesta dell’esenzione ticket. Purché l’invalidità sia stata accertata dalla commissione medica dell’Asl di competenza.

Ci sono inoltre alcuni esami che vengono eseguiti per una diagnosi precoce di alcuni timori, e per questi il Ministero riconosce l’esenzione del ticket sanitario, indipendentemente dai requisiti di reddito e di patologie. Questi esami sono:

  • Mammografia che va eseguita ogni 2 anni tra i 45 e 69 anni.
  • Pap-test va eseguita ogni tre anni tra i 25 ed i 65 anni.
  • Colonscopia, va eseguita ogni 5 anni, si cittadina al di sopra dei 45 anni.

Inoltre in ogni struttura pubblica è possibile, nella forma di anonimato, eseguire il test anti-Hiv gratuitamente.

Ticket sanitario da pagare al pronto soccorso (codice bianco, rosso, giallo e verde)

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.