Dl Carceri: dopo il Senato il Governo pone la fiducia alla Camera

Il Governo ha chiesto la fiducia alla Camera sul Dl Carceri che riguarda intercettazioni, scarcerazioni dei detenuti al 41bis e l’app Immuni

Il Dl Carceri sarà votato domani, giovedì 25 giugno alla Camera, dopo che il Governo vi ha posto la questione di fiducia. Modalità già utilizzata per approvare il decreto al Senato appena dieci giorni prima.

Dl Carceri: cosa prevede la riforma 

Il documento annovera i due principali provvedimenti giudiziari varati dal Governo all’inizio dell’emergenza sanitaria: la riforma Orlando e il decreto Bonafede. Per quanto riguarda la prima, il dl proroga agli inizi di settembre l’entrata in vigore della riforma sulle intercettazioni, che avrebbe dovuto diventare operativa già il 1 di maggio. 

Il Dl Carceri disciplina, inoltre, la scarcerazioni dei detenuti al 41 bis. Una modifica voluta dal Ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, in seguito alle scarcerazioni effettuate durante l’emergenza Coronavirus. Il nuovo provvedimento contempla il parere del Procuratore antimafia in merito alla concessione degli arresti domiciliari e dei permessi ai detenuti in regime di 41bis, in carcere per reati connessi alla criminalità organizzata. 

L’app Immuni

All’interno del decreto è prevista anche la regolamentazione dell’app per il tracciamento dei contagi. Immuni, che è entrata ufficialmente in vigore in tutta Italia lunedì 16 giugno, è in grado di risalire ai contatti di coloro che sono poi risultati positivi al tampone per il virus SARS-COV-2 utilizzando il sistema Bluetooth messo a disposizione da Apple e Google.

Come spiegato dagli sviluppatori e dallo stesso Governo l’app si limita a raccogliere i codici identificativi trasmessi dagli altri smartphone nelle vicinanze, cosicché se una persona dovesse risultare positiva Immuni possa avvisare le altre con cui è entrato in contatto nel 14 giorni precedenti. 

Dl Carceri: giovedì la fiducia alla Camera

Come già successo al Senato, il Ministero ai Rapporti con il Parlamento, Federico d’Incà, ha posto la questione di fiducia sull’approvazione del Dl Carceri. 

Numerose sono state le proteste da parte delle forze di opposizione. Ciononostante la votazione si terrà giovedì 25 giugno, in base a quanto deciso durante la conferenza dei capigruppo. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp