Docenti, ancora ripetizioni private pagate in nero

In Italia la maggior parte dei docenti offre delle ripetizioni private pagate ancora in nero, nonostante un provvedimento fiscale.

Il tema di cui vi stiamo parlando fa ormai parte del nostro quotidiano: una volta riaperta la scuola, riprendono anche ripetizioni fatte da docenti in modo privato. Nulla di male, si pensa, ma grazie ad un’inchiesta condotta dal FattoQuotidiano, in Italia ogni anno si spendono circa 950 milioni di euro in lezioni private e ripetizioni, e inoltre il 90% di questa cifra risulta essere percepita in nero dai docenti. Per noi è una cosa normale, o almeno lo sembra, ma l’errore sta nel fatto che la cifra pattuita con questo docente non viene dichiarata come altro reddito e per tanto non vengono pagate le imposte su queste cifre guadagnate.

Ancora ripetizioni private in nero effettuate dai docenti

Scendendo sempre di più nel dettaglio, in media una una famiglia spende circa 650 euro in ripetizioni all’anno per i propri figli.

Con tale cifra si può anche arrivare a 950 euro all’anno se la materia da recuperare è il greco ed è inoltre emerso che tra le città più care dove le ripetizioni costano di più c’è Milano.

Infatti, nella capitale della moda italiana una lezione di greco o latino può arrivare anche a costare 50 euro, nella capitale il costo medio è di circa 25 euro, mentre Firenze e Bologna si fermano a 23 euro.

Per quanto riguarda il sud italia, le ripetizioni costano di meno, ad esempio a Cagliari si spendono appena 20 euro, a Palermo 19 euro, a Bari 18 euro, a Napoli 12 euro.

Per le lezioni di greco  si parla anche di 30 euro per ora di lezione, mentre con latino ai arriva a 28 euro e matematica a 26 euro.

Le materie più economiche sono inglese con 15 euro l’ora, italiano con 17 euro e filosofia con 18 euro.

Cosa è stato fatto per rimediare?

Dal punto di vista fiscale, qualcosa è stato fatto per cercare di arginare questo fenomeno.

Infatti, recentemente è stata introdotta una tassa piatta per tutti i docenti che guadagnano delle lezioni private di ogni ordine e grado.

L’aliquota è del 15% per tutti, anche se nella maggior parte dei casi ancora oggi i docenti incassano in nero senza nessuna dichiarazione a fine anno.

Si tratta di un caso tutto italiano, difficile da riscontrare all’estero.

Leggi anche:

Scuola, 769mila posti come docenti, personale ATA, sostegno e dirigenti scolastici, le novità


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.