Domanda Naspi, entro quanti giorni va presentata?

Con il Decreto Cura Italia più tempo per presentare domanda di Naspi: vediamo differenza tra 68 giorni e ottavo giorno per la decorrenza del trattamento.

Molta confusione sulla scadenza del termine per la presentazione di domanda di Naspi creata anche dall’emergenza COVID-19 che ha allungato i termini. Ma a cosa serve il termine di 8 giorni? Cerchiamo di fare chiarezza in proposito spiegando entro quanto presentare domanda per non perdere il diritto.

Domanda Naspi, entro quanto?

Un nostro lettore ci scrive:

Salve, mi sono informato su internet per quanto riguarda la domanda per la NASPI e mi dice che posso farla entro 68 giorni. Andando a chiedere ad amici e parenti, mi dicono che ho circa 8 giorni di tempo per presentare la domanda. Chi ha ragione? 

Generalmente il tempo per presentare domanda di indennità di disoccupazione Naspi è entro 68 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro. Gli 8 giorni che le dicono amici e parenti invece, sono quelli relativi alla decorrenza del trattamento. Le vado a spiegare la differenza.

Se la domanda di Naspi viene presentata entro 8 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro, infatti, la decorrenza del trattamento spetta dall’ottavo giorno di disoccupazione. Se, invece, la domanda viene presentata oltre l’ottavo giorno la decorrenza del trattamento spetta dal giorno successivo a quello di presentazione della domanda stessa. 

A livello di mensilità spettanti poco cambia, ma si preferisce sempre presentare domanda entro l’ottavo giorno per rimanere senza entrate il meno tempo possibile.

Le faccio presente, inoltre, che con il Decreto Cura Italia i tempi di presentazione della Naspi, così come della Dis Coll, sono stati allungati di 60 giorni e quindi per eventi di disoccupazioni verificatisi a partire dal 1 gennaio 2020 e fino al 31 dicembre 2020.

Se la sua disoccupazione, quindi, è avvenuta nel corso del 2020 il tempo per presentare la domanda di indennità di disoccupazione non è di 68 giorni ma di 128 giorni, ferma restando la decorrenza del trattamento differente nel caso si presenti richiesta entro l’ottavo giorno o successivamente ad esso.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.