Domanda pensione Ape social caregiver e morte del familiare assistito: cosa accade?

Cosa accade al caregiver che presenta domanda di pensione con Ap sociale se il familiare che assiste viene a mancare?

La legge di bilancio 2020 ha prorogato per tutto l’anno in corso la possibilità di accedere alla pensione con l’ape sociale per invalidi, caregiver, disoccupati con 63 anni di età e 30 anni di contributi e per usuranti e gravosi con 36 anni di contributi e 63 anni di età. Cosa succede, nel caso dei caregiver, se il familiare di cui ci si prende cura viene a mancare? Vediamo il caso.

Pensione ape sociale caregiver

Un nostro lettore ci scrive:

Buongiorno,vorrei un chiarimento in merito alla pensione ape social careviger.Mia moglie ha presentato domanda per la pensione di cui all’oggetto in quanto ha tutti i requisiti richiesti.Qualora la sua domanda venisse  accolta e mia madre ,che è la persona che lei assiste dovesse morire,le tolgono il diritto della pensione che lei ha acquisito?Vi ringrazio per la cortese risposta .

Se il familiare con handicap grave che il richiedente pensione assiste  viene a mancare dopo la presentazione della domanda di pensione ma prima dell’accoglimento, purtroppo, come ci è capitato di poter constatare con diversi casi seguiti di altri nostri lettori, l’Istituto non accoglie la domanda poiché vengono a mancare i requisiti per accedere al pensionamento.

Se il familiare che si assiste, invece, viene a mancare dopo l’accoglimento della domanda di pensione il diritto alla pensione, ormai acquisito non si viene a perdere proprio perchè è ormai un diritto acquisito. Questo è un dubbio che è stato ampiamente dibattuto negli scorsi anni, dopo l’entrata in vigore dell’Ape sociale e della quota 41 che prevedeva, appunto, il pensionamento dei cargiver che assistevano un disabile soprattutto per la figura dei docenti che dovevano presentare domanda di pensione con 9 mesi di anticipo presentando, tra l’altro anche le dimissioni e rischiando di rimanere senza lavoro e senza pensione in caso di decesso dell’assistito prima dell’accoglimento della domanda di pensione.

In ogni caso se l’assistito dovesse venire a mancare dopo l’accoglimento della domanda di pensione il diritto rimane acquisito.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.