Domanda pensione quota 100 a febbraio 2022, è possibile?

E’ possibile presentare domanda di pensione con la quota 100 successivamente al 31 dicembre 2021? Cosa accade a chi la presenta nel 2022?

Come ormai tutti ben sappiamo, la pensione con la quota 100 scade il 31 dicembre 2021. Cosa accade a chi volesse presentare domanda di pensione successivamente a tale data? E’ possibile richiedere la pensione con la quota 100 dopo la scadenza della misura? Per rispondere a questa domanda è necessario prendere in esame il decreto 4/2019, che ha introdotto la pensione con la quota 100.

Pensione quota 100 dopo il 2021

Una lettrice scrive per chiedere:

Salve vi rivolgo un quesito.Sono una bracciante agricola , ho compiuto 62 anni a giugno 2020 e possiedo 39 anni di contributi. Sono titolare di assegno ordinario di invalidità dal 1 febbraio 2019. Avendo già maturato i requisiti per quota 100, vorrei sapere se allo scadere della validità dei tre anni dell’assegno, ovvero a febbraio 2022,potrò non fare rinnovo dell’assegno ma fare invece richiesta della quota 100, anche se la misura è valida fino a dicembre 2021
.Grazie

Per poter accedere alla pensione quota 100 è necessario maturare il diritto per questa misura entro il suo triennio di validità, e quindi prima della fine del 2021.

Se lei entro il 31 dicembre del prossimo anno compie i 62 e matura i 38 anni di contributi può presentare domanda di pensione con la quota 100 in qualsiasi momento successivo alla scadenza avendo cristallizzato il diritto alla pensione.

All’articolo 14 del decreto 4/2019 si legge che “Il diritto conseguito entro il 31 dicembre 2021 può essere esercitato anche successivamente alla predetta data”.

In sostanza, quindi, avendo lei raggiunto alla data del 31 dicembre 2021 il diritto alla pensione con la quota 100 può tranquillamente attendere la scadenza dell’assegno ordinario di invalidità e presentare domanda di pensione senza rinnovare quella del sussidio di invalidità

In ogni caso avrà diritto alla decorrenza della pensione fin da subito essendo già trascorsa la finestra di attesa dal raggiungimento del requisito. Può stare, quindi, tranquilla che alla scadenza dell’assegno ordinario di invalidità, se decide di non rinnovarlo, il suo diritto alla pensione con la quota 100, anche se scaduta, resta immutato in quanto la scadenza è solo un limite per il raggiungimento dei requisiti di accesso alla misura.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.