Doppi permessi 104 e doppio congedo straordinario per 2 disabili da assistere?

Congedo straordinario retribuito e permessi 104 raddoppiano in presenza di più di un familiare con handicap grave da assistere?

Il lavoratore che assiste un familiare con disabilità grave in base alla legge 104, articolo 3, comma 3, ha diritto oltre che ai 3 giorni di permesso mensile anche alla fruizione del congedo straordinario di 2 anni  per l’assistenza del disabile. Ma cosa accade se i familiari da assistere sono 2? I permessi ed il congedo straordinario raddoppiano?

Permessi e congedo legge 104

Una lettrice ci scrive:

Salve, ho un figlio con disabilita al 100% di cui già usufruisco dei 3 gg. al mese e del congedo biennale L.151, ora ho mio padre che dopo varie peripezie dovrebbe essere sottoposto ad una nuova visita medico legale per l’aggravamento dell’invalidita’. Quello che desidero chiedere é se posso usufruire anche di ulteriori 3 gg. al mese x la sua 104, e dei 2 anni di congedo anche x mio padre, tenendo conto che abitiamo nella stessa unità unifamiliare, lui al piano terra ed io al 1^ piano. Grazie

Per chi assiste più di un familiare con handicap grave in base alla legge 104, i permessi mensili si moltiplicano per il numero dei familiari assistiti. Se, quindi, oltre che suo figli, assiste anche suo padre può fruire di 6 giorni di permessi mensili legati alla legge 104.

Per il congedo straordinario retribuito, invece, il discorso è diverso. Ogni lavoratore, indipendentemente da quanti disabili assiste, può fruire di un massimo di 2 anni di congedo in tutta la vita lavorativa.

Se ha già fruito del congedo straordinario retribuito per suo figlio, di conseguenza, non può fruirne anche per suo padre ma dovrà lasciare il diritto a qualche fratello o sorella che non ne ha mai fruito (in mancanza del coniuge, o di altri figli, il diritto può passare a parenti o affini entro il terzo grado) poichè per lei il diritto alla fruizione del congedo non sussiste più.

Se, invece, per suo figlio non ha fruito interamente dei 2 anni spettanti, il periodo residuo di congedo può chiederlo per l’assistenza di suo padre.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.