Down e disservizi di Tim, Vodafone, Wind e 3: cosa fare?

Molti utenti lamentano dei disservizi da parte di alcuni gestori, i quali non sono sempre chiari nel spiegare la fonte del problema. Ma si può rimediare da soli.

Nell’estate appena passata, e non solo, si sono verificati molti episodi di down e disservizi che hanno provocato disagio agli utenti di quasi tutti gli operatori telefonici, in particolare sono da citare TIM, Vodafone, Wind, e Tre. Questi rallentamenti hanno colpito anche un operatore telefonico virtuale, figlio della Vodafone e cioè ho.mobile.
Non si conosce la reale causa di questi disservizi e down, possono essere tantissime le ragioni che stanno dietro a questi rallentamenti, ma le ragioni non vengono spiegate a chi usufruisce della rete degli operatori telefonici prima elencati. Per fortuna, ci sono degli esperti nel campo che svelano numerose cose a noi sconosciute.

Disservizi e rallentamenti per operatori come Vodafone, Tim, Wind e Tre, che succede?

Non c’è un modo per potersi difendere, non è nelle nostre capacità, ma esistono  delle strategie che permettono di verificare e controllare la velocità della propria connessione,

Così non solo possiamo capire se il disservizio deriva dal proprio dispositivo, ma si può anche arrivare a valutare  l’estensione di questo disagio sul territorio.

E’ da citare il sito di Downdetector, il quale raccoglie le segnalazioni degli utenti grazie ad un semplice pulsante da premere che è in grado di comunicare i problemi che si hanno con un determinato operatore telefonico.

Quindi, quanto più grande è il numero di segnalazioni ricevute, più alta è la probabilità che il down stia investendo più utenti possibili e scoprire che il problema derivi  dal gestore.

Così facendo si va a creare una statistica che permette di individuare i punti in cui il rallentamento risulta più potente, ma anche quali aree va a colpire.

Ma c’è la possibilità diretta di verificare personalmente l’effettiva velocità della propria connessione telefonica.

Per fare questo bisogna rivolgersi a particolari siti o app: vi suggeriamo Speedtest di Ookla, il quale a riscosso parecchio successo grazie anche alla semplicità nell’utilizzo.

Lo si può avere sia come piattaforma internet che come formato app.

La sua analisi si basa sulla latenza, sulla velocità in download e su quella in upload, così dapoter controllare se la connessione sta realmente funzionando correttamente.

 

Leggi anche:

Buy buy WhatsApp e Telegram: in arrivo l’app per inviare messaggi senza connessione internet


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.