Appunti e riflessioni su imposte, tasse e multe a danno dei cittadini

“Ogni imposta deve essere disegnata in modo tale da sottrarre al cittadino quanto meno risorse possibili sia in denaro che in tempo, perché questo si trasforma anche in denaro. ”

“L’imposta può ostacolare l’operosità dei cittadini e scoraggiarli dal dedicarsi a certe attività economiche che potrebbero offrire mantenimento e occupazione a un gran numero di persone”

“Un imposta non assennata offre una grande tentazione all’evasione; ma le pene per essa aumentano in proporzione alla tentazione. La legge, quindi, contrariamente a tutti i principi ordinari di giustizia, prima crea la tentazione e poi punisce coloro che vi cedono e inoltre in genere inasprisce la punizione in proporzione alla tentazione a commettere il reato. ”

“Con le multe e con le pene in cui incorrono gli sfortunati che cercano di evadere senza riuscirci , essa può spesso rovinarli e quindi porre fine al vantaggio che la comunità avrebbe potuto ricevere dall’impiego delle loro risorse economiche”.

Appunti e riflessioni su imposte, tasse e multe a danno dei cittadini ultima modifica: 2018-01-02T07:00:58+00:00 da Il Duca