La storia di Fabrizio, ha evaso le tasse per lavorare e vivere

Questa a la storia di Fabrizio: nasce nel 1952   in una famiglia di contadini nasce Fabrizio, studia fino alla quinta elementare, a 11 anni incomincia a frequentare un officina meccanica.

Nel 1970 parte per il Venezuela dove lavora una media di 70 ore settimanali, guadagna bene e spedisce il denaro al padre.

Nel 1986 ritorna in Italia dove nel frattempo il padre le aveva acquistato un terreno edificabile e costruito un deposito di 500 mq.

Nel 1986  Fabrizio inizia il commercio al dettaglio di ferramenta, assume tre dipendenti con un volume d’affari annuo , in media di € 800.000, prima l’equivalente in lire.

Dal 2018 Fabrizio ha due figli laureati già impiegati in enti pubblici  con stipendi lordi di € 3.000 circa.

Dal 1986 al 2018 Fabrizio ha omesso il rilascio di scontrino per una  media giornaliera di € 90   su incasso medio giornaliero di € 3.000.

Dal 1986 al 2018 Fabrizio si è costruito due appartamenti su deposito che il padre le aveva costruito.

Fabrizio ha fatto un conto: la sua dichiarazione annuale dei redditi dimostra un reddito di 30.000 di media , tolte imposte tasse  ne rimangono  per vivere € 18.000

Fabrizio  ogni anno ha evaso corrispettivi ( gg. 300X90) € 27.000 ( evasione IVA 4.900 +INPS 5083 + IRPEF/IRAP/ADD 5955 ) uguale imposte evase € 15.942

Morale di Fabrizio: se avessi denunciato tutto, ogni anno per vivere mi rimaneva la somma di € 29.000, a me nessuno pagava la malattia, a me nessuno corrispondeva gli assegni familiari, a me nessuno pagava le ferie.

Fabrizio dice: ho disposto di € 45.000 annui, commettendo  illegalità, ma ritengo di essere nel giusto per i sacrifici fatti (la mia giornata lavorativa è tutt’ora di almeno 10 ore per sei giorni la settimana ) ho procurato lavoro a tre padri di famiglia dal 1986 ad oggi i quali mi hanno ricompensato con la propria dedizione al lavoro (siamo stati come una famiglia).

Cosa possiamo dire a Fabrizio? Questa domanda dobbiamo farla ai politici, opinionisti, giornalisti, presentatori, commentatori, moralisti ,giustizialisti. Rivolgiamoci a qualche televisione.

Il Duca

Leggi anche: Uomo di Governo: “VIL RAZZA DANNATA”