Duello tra Lega e M5S sul primo vertice della manovra

Legge di Bilancio 2019, la manovra crea conflitto tra Lega e M5S, tutte le ultimissime novità.

C’è attrito tra Lega e M5S sulla manovra che sarà presentata in Parlamento, vediamo l’iter della manovra e quale situazione si presenta.

Tra circa 10 giorni sarà pubblicata la Nota di aggiornamento al Def, che conterrà l’anticipazione sulla legge di Bilancio 2019, del nuovo governo Lega – M5s. Successivamente, il 20 ottobre la manovra sarà presentata in Parlamento.

Sono giorni difficili, la Lega preme per le risorse da destinare alla flax tax. Anche il movimento 5 Stelle,  spinge per le risorse da destinare al reddito di cittadinanza. Ieri, il post del M5S chiariva che: “il reddito di cittadinanza è il presupposto indispensabile della prossima legge di Bilancio e condizione essenziale per le nostre politiche attive del Lavoro“.

La risposta del ministro Salvini, non si è fatta attendere, e ha dichiarato: ” E’ nel contratto, e rispetto gl’impegni presi, ma avverte, l’importante è che non sia un reddito per stare a casa a guardare la televisione“.

Inoltre, chiarisce che nella manovra, dovrà trovare spazio anche la flat tax. Rimandato al 2020 l’intervento sull’Irpef, quello sull’Ires va fatto subito. L’intento è intervenire sulle piccole imprese, quelle che fatturano 65-70-80mila euro, con un’aliquota unica al 15%.

Fonte: Corriere della sera

Salvini - Di Maio

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.