Ecco i 5 cibi che ci aiutano a vivere tanto

Ecco i 5 cibi che vi allungano la vita e vi fanno tenere una salute di ferro.

Ci sono alcuni cibi che secondo degli studi scientifici ci aiutano ad allungare la vita e ad avere una salute di ferro. Ce lo conferma anche un certo signore brasiliano che è arrivato a 113 anni ancora in perfetta salute che conferma che questi 5 cibi hanno rappresentato e rappresentano ancora per lui un elisir di lunga vita che lo hanno aiutato a non avere acciacchi, malattie e problemi fisici. Il signore brasiliano non è uno qualunque, ha studiato arti culinarie alla Sorbona di Parigi, un padre erborista e ha condotto una vita semplice mangiando questi 5 alimenti che lo hanno condotto oggi a quello che è.

Andiamo a vedere quali sono i 5 cibi che ci aiutano ad avere una salute di ferro e a vivere tanto

1)La cannella: è una delle spezie più potente e naturale che abbiamo, due cucchiaini al giorno riescono a tenere a bada il colesterolo, la glicemia, le infezioni. Ricca di fibre se ne sconsiglia l’uso alla donna quando è in gravidanza.

2)Il cioccolato: per essere benefico deve essere fondente minimo al 70%, ci allunga la vita, ottimo per la digestione, è antiossidante, allunga la vita, diminuisce lo stress e da un buon apporto all’organismo di fibre e magnesio.

3)L’olio di oliva: è un ottimo antinfiammatorio, include grassi monoinsaturi oleocanthal, ottimo per prevenire l’Alzheimer e il cancro, ottimo alleato per il cuore.

4)Il miele: ottimo per i radicali liberi, sono molti gli usi per la cura del corpo, si usa addirittura come maschera per capelli o come scrub, ha un livello nutritivo alto arginando così la voglia di fame.

5)L’aglio: la sostanza che emana il suo odore è l’allicina, è un valido antibatterico, ottimo contro i funghi, il colesterolo e per chi soffre di pressione alta. Ottimo usarlo come prevenzione di tumori, arteriosclerosi e malattie cardiache.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp