Autostrade, cashback per disagi al via da fine luglio 2021 tramite rimborso

-
27/06/2021

Autostrade per l’Italia si prepara a lanciare il proprio cashback. I rimborsi arriveranno per coloro che hanno incontrati disagio dovuti ai cantieri di ammodernamento durante il proprio percorso. Ecco le informazioni aggiornate al riguardo.

Autostrade, cashback per disagi al via da fine luglio 2021 tramite rimborso

Anche Autostrade per l’Italia si prepara a varare il proprio servizio di cashback, che sarà operativo dalla fine del prossimo mese di luglio 2021. Ad annunciarlo è l’amministratore delegato Roberto Tomasi, entrando nel merito dell’iniziativa e offrendo alcune informazioni relative al funzionamento del programma. A livello pratico, si tratterà di un sistema in grado di garantire a coloro che percorrono le tratte dei rimborsi automatici.

Quest’ultimi saranno legati alla tratta effettivamente percorsa e ai disagi incontrati durante il viaggio per via dei cantieri e degli interventi di manutenzione. A fare da supporto all’operazione sarà quindi il sistema informatico e tecnologico, che verrà appositamente aggiornato per garantire il via delle operazioni.

Cashback di Autostrade: ecco come dovrebbe funzionare

Del progetto di avviare un sistema di cashback sulle tratte gestite da Autostrade per l’Italia se ne era già parlato negli scorsi mesi, anche se non era ancora chiaro il perimetro di applicazione dei rimborsi. In base a quanto riferito nelle scorse ore, il gestore punta a un rinnovo dell’intera area di competenza. Per questo motivo, nei prossimi mesi potrebbero verificarsi code, rallentamenti o altri disagi durante la percorrenza.


Leggi anche: Fondo imprese in difficoltà: domande in riapertura

Autostrade punta a garantire un cashback che risulti proporzionale al disagio subito e quindi alla tratta effettivamente percorsa da ogni automobilista. Per riuscire in questo intento, è necessario però ricorrere a una tecnologia che possa effettivamente tenere conto del tragitto di ogni singola vettura. Risulta infatti indispensabile conoscere non solo il momento di ingresso e di uscita, ma anche le condizioni delle tratte attraversate durante il viaggio.

Una volta aggiornato il sistema informatico, sarà possibile offrire ai viaggiatori anche ulteriori servizi. A titolo di esempio, si immagini la possibilità di utilizzare un’apposito tool per la pianificazione del viaggio. Questa funzionalità non dovrebbe comunque arrivare nel breve termine e sarà sicuramente successiva all’avvio del programma di cashback. Al fine di supportare questo sforzo di aggiornamento, Autostrade ha già assunto oltre 1000 tecnici (con la previsione di arrivare a 4mila nuove risorse in organico nei prossimi anni).

Chi potrebbe ottenere il rimborso del nuovo cashback di Autostrade

Il rimborso offerto da Autostrade sarà indipendente dagli altri sistemi di cashback già disponibili, come ad esempio quelli pubblici. Attualmente il cashback non risulta essere ancora attivo e non è disponibile una data di partenza, sebbene una stima (già citata in precedenza) collochi l’avvio dell’iniziativa alla fine di luglio.

Probabilmente risulterà necessaria una registrazione apposita al programma (salvo per coloro che hanno attivato il servizio Telepass). Tutti i viaggiatori che hanno percorso un tratto autostradale e che rientrano nelle policy di Autostrade potranno ricevere i rimborsi. Secondo l’ad Tomasi, l’iniziativa rientra negli investimenti necessari per rendere più moderna Autostrade per l’Italia.


Potrebbe interessarti: Imu seconda rata: scadenza del 16/12, esenzioni e riduzioni