Bonus terme 2021 dall’8 novembre, ecco come funziona la prenotazione

-
08/10/2021

Le istruzioni sul bonus terme 2021, come funziona la prenotazione e quali vincoli seguire per poter beneficiare dei servizi termali tramite lo sconto di 200 euro inserito all’interno del Decreto Agosto.

Bonus terme 2021 dall’8 novembre, ecco come funziona la prenotazione

Bonus terme 2021, al via la possibilità di usufruire del beneficio di legge. Molti potenziali fruitori si stanno chiedendo come funziona la prenotazione che consente uno sconto fino a 200 euro sull’acquisto di sevizi termali. Sul punto è opportuno evidenziare innanzitutto che questa possibilità è stata prevista all’interno del cosiddetto Decreto Agosto ed è aperta a tutti i cittadini che ne faranno richiesta.

Il legislatore non ha infatti previsto l’applicazione dell’ISEE o di strumenti simili per poter rientrare nella platea dei beneficiari. La data da segnare sul calendario è quella del prossimo 8 novembre 2021. Tra un mese esatto i cittadini potranno infatti richiedere il bonus terme, facendo riferimento all’elenco delle strutture che sono accreditate presso il Mise.

Bonus terme 2021: come funziona la prenotazione dall’8 novembre

Entrando nel merito della questione, è opportuno innanzitutto specificare che lo stanziamento del Ministero dello Sviluppo Economico in favore di Invitalia per sostenere l’operazione corrisponde a 53 milioni di euro. Calcolando che lo sconto massimo percepibile con ogni richiesta è di 200 euro, ne risulta che a disposizione dei cittadini ci sono all’incirca 250mila voucher.


Leggi anche: Cambio dell’ora, dalla legale alla solare: quando spostare l’orologio

Il bonus terme verrà erogato solo fino a quando le risorse destinate all’operazione risulteranno disponibili. Il voucher può coprire la spesa anche totalmente, fatto salvo il limite di spesa massimo per ogni utilizzo. Attenzione perché rispetto ad altre indennità o bonus, questo specifico contributo non dovrà essere richiesto all’interno di una piattaforma web. Il potenziale utilizzatore dovrà rivolgersi direttamente alla struttura di riferimento.

Come beneficiare del nuovo bonus per i servizi termali

Dal punto di vista pratico, il potenziale utilizzatore del bonus terme deve innanzitutto verificare che la struttura di cura presso la quale desidera recarsi risulti accreditati sul Ministero. Rientrano tra i potenziali erogatori del bonus terme tutti gli stabilimenti riconosciuti che operano nel settore termale e delle acque minerali curative.

Le strutture devono inoltre risultare presenti nel Registro delle imprese con il codice Ateco 2007 96.04.20. Infine, il centro termale deve risultare registrato all’interno della piattaforma online Invitalia, che aprirà il prossimo 28 ottobre 2021. Dal punto di vista formale, manca ancora l’elenco delle strutture aderenti presso le quali i cittadini potranno richiedere la prenotazione dei servizi termali.

Come funziona la prenotazione del bonus terme

Per coloro che desiderano beneficiare del nuovo bonus terme 2021, sarà quindi indispensabile individuare uno stabilimento compreso nella lista redatta dal Mise e da Invitalia. A quel punto bisognerà rivolgersi direttamente alla struttura rilasciando i propri dati e chiedendo la prenotazione. I centri termali provvederanno a inserire in piattaforma la domanda dell’utente e a richiedere per suo conto il bonus terme.


Potrebbe interessarti: Assicurazione RC Auto e Moto: verso lo stop della sospensione

Una volta ottenuto il via libera, il beneficio di legge andrà utilizzato entro e non oltre 60 giorni. È quindi fondamentale accertarsi della disponibilità di posti con la struttura per assicurarsi la prenotazione in tempo utile. Una volta che quest’ultima è andata a buon fine, l’ente rilascia ai beneficiari un documento di conferma.

La prenotazione non risulta cedibile a terzi e una volta scaduta senza utilizzo non potrà essere rinnovata, pertanto il potenziale utilizzatore dovrà richiedere una nuova autorizzazione per poter beneficiare del bonus.

I limiti e i vincoli relativi al bonus per i servizi termali

Terminiamo con i vincoli e i limiti previsti dal legislatore al fine di garantire la fruizione del bonus terme 2021. Il beneficio non può essere richiesto per servizi che risultano già a carico del Sistema Sanitario Nazionale o di altri enti pubblici. L’erogazione pubblica è però cumulabile con le detrazioni fiscali, che potranno essere riconosciute per la parte di spesa eccedente.

Lo sconto da 200 euro può essere utilizzato per trattamenti termali anche se questi rientrano nel settore del welness e beauty, purché la struttura risulti correttamente accreditata presso il Ministero. Non può invece essere applicato ai servizi accessori, come per esempio alle spese legate alla ristorazione oppure al pernottamento nella struttura.