Il Covid non ferma il mattone, vendite record nonostante l’emergenza

-
25/08/2020

Il Covid-19 non frena il mercato immobiliare di pregio, il settore è in attivo e in forte ripresa. Molte le domande di acquisto seconda casa. Il mattone risulta ancora l’investimento migliore.

Il Covid non ferma il mattone, vendite record nonostante l’emergenza

Acquistare casa è ancora l’investimento migliore, nonostante le tasse che fanno dubitare i contribuenti. Il settore immobiliare con i residenziali di pregio non conosce crisi anche con l’emergenza sanitaria ed economica da Covid-19. A quanto sembra l’epidemia non ferma gli investimenti nel mattone, in forte crescita gli acquisti di immobili di pregio. A tranne questa conclusione è l’indagine secondo il gruppo a livello mondiale del settore immobiliare Engel & Völkers, che ha portato a termine nonostante l’emergenza, da gennaio a giugno, una serie di transazioni che superano il milione di euro. 

Ti potrebbe interessare: Mutui tasso fisso o variabile: rate mai così basse, ecco perché acquistare casa conviene

Il mercato immobiliare di pregio non ha freno 

Il mercato immobiliare di pregio ha resistito all’emergenza sanitaria da Covid-19, inaspettatamente rispetto l’economia totale che ha visto alcuni settori con grosse difficoltà. Invece, il settore immobiliare di pregio è riuscita limitare i contraccolpi negativi sulla domanda e offerta, mantenendo il valore delle case al metro quadro stabili.

La tendenza attuale rileva un incremento della domanda, sono cambiate le preferenze, la richiesta si è orientata verso immobili con terrazzo abitabile o giardino,  e una camera in più per poter lavorare in smart working. I record di acquisiti sono registrati sia in città che in zone limitrofe, soprattutto in località di villeggiatura, fuori dal caos e dove è possibile trovare spazi ampi e aperti. Le zone più richieste in Italia sono: Roma, Bardolino, Courmayeur e Castiglione della Pescaia. 


Leggi anche: Pagamento Imu, calcolo, scadenza e saldo 2020: chi potrà beneficiare della cancellazione per Covid-19

Tra gli acquirenti si distinguono in numero elevato i clienti internazionali che continuano a nutrire interesse verso la seconda casa in Italia. 

Roma continua ad essere la metà più gettonata, con un record di vendite tra San Giovanni in Laterano, situato a pochi passi dalla Basilicata, dai Fori Imperiali, dal Colosseo e da tutti i principali monumenti storici di interesse. 

Vendite anche al quartier Parioli e nel centro storico di Roma in corso Vittorio Emanuele, tra piazza Farnese e piazza Navona. 

Vendite anche nelle località di montagna, a Courmayeur, una delle prime dieci località sciistiche del mondo.