Effetto nocivo sul colesterolo: carne rossa o bianca, è la stessa cosa

Le convinzioni di limitare il consumo di carni rosse e non quelle bianche per tenere a bada il livello di colesterolo nel sangue, non sarebbero più valide.

Sono nuovamente finite nel mirino degli scienziati sia le carni bianche che quelle rosse, lo conferma una ricerca pubblicata nella rivista scientifica American Journal of Clinic Nutrition, che afferma che hanno lo stesso effetto nocivo sul livello di colesterolo. L’autore dello studio, Ronald Krauss, ha confermato il suo stesso stupore quando alla fine di questo studio, si è scoperto, che carni bianche e rosse hanno gli stessi effetti nocivi sul livello di colesterolo. Di conseguenza, questo nuovo studio, ha messo in luce l’effetto dannoso anche delle carni bianche sul livello di colesterolo nel sangue.

Colesterolo nel sangue: carne bianche e rosse, uguale apporto

L’effetto in questione, e il conseguente aumento di colesterolo nel sangue, anche con un apporto equivalente di proteine, non è stato dunque riscontrato solo nelle pietanze ricche di dannosissimi grassi saturi, come le bistecche, le salsicce, la pancetta e gli affettati; il rischio per la salute cardiovascolare è elevato anche con il consumo di pollo, tacchino e altre carni bianche.

Secondo il dottor Krauss, tutte quelle raccomandazioni fatte fino ad oggi, e cioè che dovremmo limitare il consumo di carni rosse e non quelle bianche per tenere a bada il livello di colesterolo nel sangue, non sarebbero più valide.

Giovanni D’agata, Presidente dello Sportello dei Diritti afferma che, sicuramente, e lo sappiamo bene, la carne rossa è dannosa per la nostra salute, i grassi saturi sono la principale causa di molti problemi, in particolare quelli di natura cardiovascolare.

Cosa mangiare?

Mettiamoci ora, dalla parte del consumatore, cosa dobbiamo mangiare? Gli scienziati invitano, per evitare problemi, ad abbracciare un’alimentazione a base vegetale, da cui si può ottenere lo stesso apporto proteico delle carni, e vi diciamo come: i legumi, specialmente i fagioli e le lenticchie, e in primis la soia, sono tra le fonti di proteine più alte in natura.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp