Emanato il nuovo Dpcm: dalle mascherine obbligatorie alla capienza sui mezzi pubblici

Il Governo ha emanato il nuovo Dpcm, con le misure anti-contagio che saranno valide da lunedì 7 settembre fino al 30 settembre

Il Governo ha emanato il nuovo Dpcm, che entrerà in vigore da domani, 7 settembre 2020, e sarà valido fino al 30 settembre. Prorogate le misure del Dpcm del 10 agosto. Mascherine obbligatorie nei luoghi aperti al pubblico, capienza sui mezzi pubblici all’80% e stadi ancora chiusi.

Emanato il nuovo Dpcm

Il nuovo Dpcm emanato dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, non allenta le precedenti misure anti-contagio adottate nel decreto di agosto. È stato confermato l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione individuale nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, sui mezzi pubblici e all’aperto, laddove non possa essere rispettata la distanza interpersonale di almeno un metro. È obbligatorio indossare la mascherina anche nelle cosiddette zone della movida, dalle 18 alle 6. Sono esentati dall’obbligo solo i bambini sotto i 6 anni e chi soffre di disabilità. 

È stata prorogata anche l’ordinanza del Ministro della Salute, Roberto Speranza, di sottoporre al tampone chiunque torni da Croazia, Grecia, Spagna e Malta. Buone notizie, invece, per le coppie ancora divise per le limitazioni territoriali. Per i partner che risiedono fuori dall’area Schengen è ora possibile entrare in Italia per incontrare la persona con cui si ha “una stabile relazione affettiva, anche se non convivente”. 

Mezzi pubblici, stadi e discoteche 

Dopo settimane di discussioni fra le Regioni e gli stessi Ministeri, si è arrivati ad un accordo sui mezzi pubblici. La capienza massima è stata aumentata all’80%, mentre gli scuolabus potranno viaggiare occupando tutti i posti solamente se il tragitto sarà più breve di 15 minuti. Confermata la chiusura delle discoteche, imposta subito dopo Ferragosto a seguito dell’incremento della curva epidemiologica. 

Nessuna apertura, invece, per quanto riguarda gli stadi e le manifestazioni sportive. Nonostante alcune Regioni abbiano deciso di anticipare i tempi, il nuovo Dpcm emanato dal Governo ha deciso che gli stadi dovranno restare ancora chiusi. I dati dei contagi da Coronavirus non sono, allo stato attuale delle cose, sufficientemente rassicuranti per permettere la riapertura al pubblico degli eventi sportivi. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp