Epidemia di morbillo 12000 casi in Ucraina: i dati sono stati distorti dall’OMS?

Lo strano caso dell’Ucraina dove con l’aumento della copertura vaccinale esplode un’epidemia di morbillo da 12mila casi.

Negli ultimi anni i tassi di vaccinazione contro il morbillo in Ucraina sono scesi, solo nel 2016 del 31% arrivando ad essere i più bassi d’Europa. Ma nonostante questo nel Paese c’erano pochissimi casi di morbillo.

Nel 2017, resisi disponibili i vaccini sono stati vaccinati il 90% dei bambini ma è successo uno strano fenomeno: un’esplosione di casi di morbillo portando il numero a oltre 12mila. Cosa sta succedendo in Ucraina e perchè i media non ne parlano?

Morbillo in Ucraina

Dei 12mila casi di morbillo dal 2017 fino a maggio 2018, 9158 hanno richiesto il ricovero opsedaliero e 9 sono stati i casi di decesso. Per frenare la diffusione della malattia dopo l’epidemia sono state intraprese ulteriori misure.

 

Nel 2008 il 95% dei bambini ucraini ha ricevuto la seconda e ultima dose di vaccino contro il morbillo-parotite-rosolia. Ma entro il 2016 il tasso dei bambini vaccinati entro i tempi stabiliti era sceso al 31%. Nel 2017 si è cercato di ripristinare la copertura vaccinale secondo il programma di vaccinazione di routine ed entro la fine dell’anno il 93% dei bambini di 1 anno ha ricevuto la prima dose del vaccino e il 91% dei bambini di 6 la seconda dose. Entro la fine del 2018 si sarebbe raggiunta la copertura del 95%.

La causa del focolaio di morbillo inUcraina potrebbe facilmente essere imputata al tasso di vaccinazione decrscente che ha portato al 95% del 2008 al 31% del 2016, ma l’Osm distorce tale dato facendo presente che nel 2016 con un tasso di vaccinazione del 31% c’erano solo 90 casi di morbillo confermati.

L’OSM , quindi, fa notare che con un basso tasso di vaccinazione non c’era un’epidemia, così come era avvenuto nei tre anni precedenti: dal 2013 al 2015 solo 50 casi di morbillo.

 

Più vaccini più morbillo

Dal luglio 2017 OMS, Unicef e ministero della Sanità pubblica iniziano ad aumentare la copertura vaccinale. Subito dopo iniziano ad aumentare i casi di morbillo.

 

Quello che non si tiene presente però è quello che fa notare il Journal of Medicine olandese che nel 2017 pubblica quanto segue:

“Entro 14 giorni dalla vaccinazione MMR, un paziente può sviluppare una malattia paragonabile all’infezione con un virus del morbillo di tipo selvaggio. L’incidenza dell’infezione con il morbillo di tipo selvaggio è bassa, quindi quando ciò accade è più probabile che si tratti di una risposta alla vaccinazione. Ulteriori ricerche possono causare disordini tra i genitori e quindi parole più rassicuranti sono più appropriate. ” 

Il Centers for Disease Control and Prevention fa notare che “La genotipizzazione (che distingue il tipo o il ceppo del virus) è anche l’unico modo per distinguere se una persona ha un’infezione da virus del morbillo di tipo selvatico o un’eruzione causata da una recente vaccinazione contro il morbillo. Durante i focolai, viene somministrato il vaccino contro il morbillo per aiutare a controllare l’epidemia e, in queste situazioni, le reazioni vaccinali possono essere erroneamente classificate come casi di morbillo. “

 

L’OMS manipola i media

I casi di morbillo in Ucraina è stato enfatizzato dall’Oms per rendere obbligatorio per “genitori irresponsabili” vaccinare i propri figli? Così come ogni caso italiano si è meritato la prima pagina per creare allarmismo e preoccupazione?

 Dott. Zsuzsanna Jakab, Direttore regionale dell’OMS per l’Europa fa notare che “Ogni nuova persona colpita dal morbillo in Europa ci ricorda che i bambini e gli adulti non vaccinati, indipendentemente da dove vivono, rimangono a rischio di contrarre la malattia e di diffonderla ad altri che potrebbero non essere in grado di farsi vaccinare. Oltre 20.000 casi di morbillo e 35 vite perse solo nel 2017 sono una tragedia che semplicemente non possiamo accettare ”

Ma se 20mila casi in tutta Europa sono una tragedia 12mila casi solo in Ucraina cosa sono?  

Leggi anche: Vaccino morbillo causa danno permanente a bambina, famiglia risarcita con 101 milioni di dollari, la sentenza


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Redazione

Notizie scritte dalla redazione di cronaca, notizie, salute, viaggi, gastronomia e musica di NotizieOra.