Esami di Stato: la domanda entro il 22 maggio 2020, le istruzioni del Miur

Il Miur fissa le date per poter partecipare all’esame di Stato, sono 32 le categorie coinvolte. La domanda dovrà essere presentata entro il 22 maggio 2020.

Il Miur ha fissato le date della prima e seconda prova degli esami di Stato. Le date sono: 16 giugno e 16 novembre 2020. Il termine della domanda per partecipare, per la prima sessione è fissato al 22 maggio, per la seconda sessione il 16 ottobre. La domanda può essere inoltrata anche a mezzo raccomandata.

Esami di stato: categorie coinvolte

Sono coinvolte nell’esame di Stato trentadue categorie così distinte:

  • 4 categorie rivolte alle professioni non regolamentate;
  • 2 categorie per i dottori commercialisti e gli esperti contabili;
  • 26 categorie destinate a professioni regolamentate (chimico, attuario, ingegnere, pianificatore, architetto, biologo, paesaggista, geologo, ecc.).

Per tutti i partecipanti valgono le stesse date di esame, ad eccezione per le sezioni B in cui gli esami si svolgeranno in date differenti e precisamente il 22 giugno e il 23 novembre 2020.

Per poter partecipare all’esame bisogna aver conseguito la laurea e aver effettuato un versamento di 49,58 per la tassa di iscrizione. Per alcune categorie, tipo i dottori commercialisti esperti contabili, farmacisti, veterinari, psicologi, bisogna dimostrare di aver compiuto il tirocinio professionale.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”