Esenzione ticket sanitario in scadenza al 30 giugno per gli invalidi

Esenzione ticket sanitario invalidi prorogata la scadenza fino al 30 giugno 2020, bisogna rinnovarla per fruire delle prestazioni di diagnostica strumentale e di laboratorio, per i farmaci di fascia C e per i Lea.

L’ esenzione ticket sanitario invalidi in scadenza il 31 marzo 2020 di tutte le categorie, sono state prorogate fino al 30 giugno 2020 per emergenza coronavirus. Gli invalidi del lavoro (tecnopatici e infortunati) hanno diritto a cure necessarie:  farmaci fascia C; esenzioni ticket sanitario; Lea. Il SSN tutela le persone con disabilità e le patologie ad esse collegata con numerose agevolazioni, con particolare attenzione agli invalidi sul lavoro per infortunio e malattie professionali.

Invalidi sul lavoro: esenzione ticket sanitario in scadenza il 30 giugno 2020

Per limitare il contagio da Covid-19 (SarsCoV-2) tutte le esenzioni ticket sanitario in scadenza il 31 marzo 2020 sono state prorogate per ulteriori tre mesi e scadono il 30 giugno 2020.

Il diritto dell’esenzione ticket sanitario per le prestazioni specialistiche avviene con il riconoscimento di un’invalidità per lavoro certificata dalla Commissione  Inail.

La categoria dell’invalidità è normata dal decreto ministeriale del 1° febbraio 1991 art. 6. 

Gli assicurati che hanno subito un infortunio sul lavoro sono esenti dal ticket sanitario per le prestazioni riferite alla malattia o all’infortunio. L’esenzione ticket sanitario riporta il periodo di durata dall’astensione all’attività lavorativa ed è considerata valida anche se le prestazioni saranno effettuate in un periodo successivo al periodo di astensione lavorativo, fa fede la data della prescrizione medica.

⇒ Esenzione ticket 2020 con codice E02 con rimborso delle spese mediche, alcuni dubbi da chiarire

Categorie di invalidi esenzione per le prestazioni sanitarie

Sono esenti dal ticket sanitario le prestazioni di diagnostica di laboratorio, strumentale e altre prestazioni contenute nei Lea, gli invalidi sul lavoro secondo le seguenti categorie:

L01: invalidi del lavoro con una percentuale invalidante dall’80% al 100% (ex art.6 DM 1.2.1991)

L02: invalidi del lavoro con una riduzione della capacità lavorativa con una percentuale invalidante dal 67% al 79%.

Categorie di invalidi esenti dal ticket sanitario solo per le prestazioni correlate allo stato di invalidità

L03: invalidi del lavoro con una riduzione della capacità lavorativa fino a 2/3 con una percentuale invalidante dall’1% al 66% :

L04: affetti da malattie professionali e infortunati sul lavoro.

La certificazione dello stato di invalidità è rilasciata dall’Asl di appartenenza.

Le disposizioni per gli assicurati Inail non si applicato alle Forze Armate, Polizia e Finanza.

Oltre al rimborso dei farmaci di fascia C (circolare n. 9/2016) i lavoratori che hanno contratto una malattia professionale o hanno subito un infortunio hanno diritto alla a tutte le cure per guarire rapidamente tra queste si configurano anche le prestazioni integrative di riabilitazione. Per tali prestazioni è necessaria la prescrizione da parte del Dirigente medico Inail della sede locale di appartenenza dell’assicurato con visita fisiatrica finalizzata all’elaborazione di un piano di assistenza individuale (Pri). 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”