Esenzione ticket sanitario per alcune categorie di lavoratori, ecco quali

Esenzione ticket sanitario per alcune categorie di lavoro, ecco quando e possibile e cosa fare per ottenere gli esami gratuitamente.

È possibile che un lavoratore dipendente possa ottenere l’esenzione del ticket sanitario in particolari casi e quando a stabilirlo è l’Inail. L’esenzione del ticket sanitario viene attribuita quando ci sono particolari condizioni, il codice di esenzione più comune è “E02” per il lavoratori disoccupati che hanno perso il lavoro, non è valido per chi non ha mai lavorato. 

Esenzione ticket sanitario per lavoratori

Ci sono alcuni casi particolari che permettono al lavoratore di poter ottenere l’esenzione del ticket sanitario anche continuando a lavorare. Si tratta dei lavoratori che abbiano subito un infortunio sul lavoro o una malattia professionale. In questo caso possono ottenere l’esenzione del ticket sanitario alle visite specialistiche.

A certificare l’invalidità per lavoro è la Commissione Inail. Il decreto ministeriale del 1° febbraio 1991 contiene l’elenco delle categorie di invalidità che possono accedere all’esenzione del ticket sanitario per lavoratori che hanno subito un infortunio o una malattia professionale. 

L’assicurato per poter accedere all’esenzione deve recarsi dal medico di famiglia con copia della pratica Inail, sulla pratica deve essere indicata il periodo di inabilità temporanea assoluta al lavoro e la tipologia della malattia professionale o dell’infortunio. 

L’esenzione è valida solo per le patologie collegate all’infortunio o alla malattia. L’esenzione indica il periodo di durata in cui il lavoratore non potrà recarsi al lavoro e sarà valida anche per le prestazioni effettuate in un momento successivo, il riferimento del periodo temporale è la data di prescrizione. 

Le categoria esenti

Le categorie esenti dal ticket per tutte le prestazioni di laboratorio, diagnostica strumentale, e tutte le prestazioni incluse nei Lea invalidi per lavoro, sono:

L01: rientrano in questa fascia i lavoratori “Grandi invalidi del lavoro” con una percentuale invalidante dall’80 per cento al  100 per cento (ex art.6 DM 1.2.1991); 

L02: rientrano in questa fascia i lavoratori invalidi del lavoro, che hanno riportato una riduzione della capacità lavorativa > 2/3  con una percentuale invalidante dal 67 per cento al 79 per cento (ex art.6 DM 1.2.1991).

Categorie di lavoratori esenti per le prestazioni sanitarie esclusivamente correlate alle patologie che hanno causato lo stato invalidante

Invalidi per lavoro:

L03: i lavoratori invalidi del lavoro con riduzione della capacità lavorativa fino a 2/3  con una percentuale invalidante dall’1 per cento al 66 per cento (ex art.6 DM 1.2.1991);

L04: lavoratori affetti da malattie professionali o infortunati sul lavoro  (ex art.6 DM 1.2.1991).

Per ottenere il certificato di esenzione, bisogna rivolgersi all’Asl di appartenenza che rilascia la certificazione sotto forma di un apposito attestato. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”