Essere genitori giovani, quali sono i vantaggi e gli svantaggi?

Essere genitori è davvero una grande esperienza, ma esserlo da giovani ha dei vantaggi? E quali sono, invece, gli svantaggi? Vediamoli insieme.

Non c’è un’eta per diventare genitori: è vero, in passato si tendeva a fare più figli in età adolescenziale, poi, ad un certo punto, l’età per diventare genitori è aumentata e siamo arrivati a due situazioni diverse tra di loro. Infatti, se da una parte continuano ad esserci genitori adulti, dall’altra parte non mancano neo genitori giovanissimi. Comunque sia, essere genitori è un qualcosa che, nel bene o nel male, ti cambia la vita. Inizi a non pensare più solo a te e magari al tuo partner, ma ad una terza persona che dipende molto dalle tue decisioni e responsabilità. Detto questo, è davvero significativo avere un figlio da giovane oppure averne uno da adulto?

Genitori giovani, quali sono i vantaggi?

Legandoci a quanto detto prima, non c’è un’età precisa per diventare genitori. C’è anche chi non li vuole e sta bene così.

Negli ultimi anni una grande importanza ha avuto il fattore economico su gli altri fattori: infatti, come posso garantire la vita a mio figlio o mia figlia se non ho uno stipendio che me lo permette?

Quanti si sono fatti questa domanda e quanti hanno continuato a tirare avanti con la speranza di un futuro economico più florido? Tanti.

Ma c’è anche chi vuole prima realizzarsi per sé, diventare qualcuno e vedere i propri sogni prender vita per poi pensare a mettere al mondo una nuova vita.

Scendendo nel dettaglio, da un punto di vista biologico l’età migliore rimane dai 20 ai 30 anni, ma tanti fattori, tra cui anche la solidità di una relazione, possono portare le persone ad essere genitori dai 33 ai 42 anni, nella media.

Dopo aver presentato questo scenario, passiamo al clou dell’articolo.

Ci sono dei vantaggi per chi è un giovane genitore: meno ansia rispetto a quelli che lo diventano in età più avanzata.

Vivono questa esperienza  con meno affanno e con meno stanchezza per via dell’età, quindi hanno poi più energia.

I genitori giovani in genere appaiono anche più disponibili a giocare con il proprio bambino, anche se potrebbero peccare in fatto di educazione. e nello specifico, non sarebbero in grado di porre regole e limiti.

Quali sono gli errori più comuni dei genitori giovani?

Essere un giovane genitore non significa essere perfetti e quindi si possono commettere degli errori.

Il primo è quello di identificarsi talmente tanto con il figlio da non riuscire a costruire e mantenere il ruolo di guida accogliente sì, ma autorevole. In pratica si diventa amico o amica del proprio bambino o bambina.

Il piccolo non avrà, di conseguenza, un riferimento valido e solido.

Altra pecca è che  la coppia si appoggi troppo alle proprie famiglie di origine, anche in caso di  educazione e di accudimento.

Un altro problema sussisterebbe nel caso in cui, essendo giovani, non si sia arrivato a quel progetto di realizzazione personale. Così, il nostro bambino diventa sì il centro della nostra vita, ma c’è in noi qualche insoddisfazione che non ci fa stare in pace con noi stessi.

Il bambino o la bambina potrebbero sentirsi in qualche modo in colpa e la cosa non sarebbe sana.

Leggi anche: Permessi legge 104 per entrambi i genitori con handicap grave

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.