Evasione fiscale: incentivi sui pagamenti digitali, le novità

Evasione fiscale: per favorire la tracciabilità delle transazioni il Governo ha approvato diverse misure che incentivano i pagamenti digitali

Il governo continua nella sua lotta contro l’evasione fiscale e questa volta per farlo ha incentivato con delle misure ad hoc l’utilizzo dei pagamenti elettronici. Le misure prevedono un rimborso in denaro per chi effettua pagamenti con carte di credito o bancomat. Per sostenere le misure, il governo ha stanziato per l’anno 2021 e 2022 tre milioni di euro. L’obiettivo che si è posto l’esecutivo è quello di recuperare con la lotta all’evasione fiscale un tesoretto di 100 miliardi di euro. Come ha spiegato il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che se si ricaverà questa cifra una parte di essa sarà destinata al taglio delle tasse. Per ora si sono destinati tre miliardi di euro al super bonus che arriverà nelle tasche degli italiani tramite i pagamenti digitalizzati.

Rimborsi sui pagamenti digitali

Il Governo ha approvato, nella legge di Bilancio 2020, la nuova strategia cashless, ossia un rimborso in denaro per coloro che effettuano pagamenti con strumenti digitali.

Le persone fisiche che utilizzeranno pagamenti digitali, per acquistare da soggetti che svolgono una attività di vendita di beni o di prestazioni di servizio, riceveranno un rimborso in denaro accreditato sul conto corrente.

Per aver chiaro il funzionamento del cashless bisognerà attendere l’apposito decreto attuativo del ministero dell’Economia. Per ora quel che è chiaro è che l’incentivo non è destinato a imprese e a Partite Iva ma solo per le persone fisiche.

Evasione fiscale: le altre misure per favorire l’uso dei pagamenti elettronici

All’interno della strategia messa in atto dal governo per incentivare i pagamenti digitalizzati ci sono anche altre iniziative come: la lotteria degli scontrini, il credito d’imposta al 30% sulle commissioni dei pagamenti digitali e infine l’abbassamento dell’uso del contante a 2 mila euro da luglio 2020 che passerà a mille euro nel 2022.

Piano anti-evasione: rimborso spese per chi effettua pagamenti elettronici

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.