Fabio Volo vs Ariana Grande, la polemica del momento sul web

Fabio Volo, noto scrittore e non solo, ha criticato duramente l’artista più famosa del momento, Ariana Grande. Vediamo le dure critiche.

La vicenda di cui vi stiamo parlando sta popolando tantissimo nel mondo del web e mette in contrasto non solo due personaggi famosi, ma anche due modi di pensare che fanno dividere l’Italia. Stiamo parlando di alcune parole, poco lusinghiere, dette dallo scrittore e attore Fabio Volo durante il suo programma Il Volo del Mattino in onda su Radio Deejay. Per la precisione, lo stesso ha avuto da ridire non poche cose sulla celebre cantante Ariana Grande che ultimamente si sta affermando sempre di più non solo come cantante, ma anche come personalità molto amata dai suoi fan e non. Perché Fabio Volo si sarebbe, quindi, scagliato contro l’idolo dei teenager e non solo? Vediamolo di seguito.

Fabio Volo critica duramente Ariana Grande per il video di “7 rings”

Facciamo da introduzione alle parole dello scrittore dicendo, molto brevemente, che lo stesso pare non abbia apprezzato il video della nota cantante italo-americana.

Dice Volo che la ragazza sembra troppo volgare, anche se non usa queste parole, fa capire anche di non averla apprezzata per come stava vestita nel video delle canzone, che a detta sua, ha espliciti riferimenti sessuali.

Ma evidentemente non conosceva il vero significato del testo.

Ecco le sue parole:

“Ero in palestra, sul tapis roulant, e c’erano i televisori con questi canali di video musicali. A un certo punto c’è una che si chiama Ariana Grande, bellissima ragazzina, mora… Sembra abbia 15 anni, vestita di rosa, tutta sexy… se vado a una festa e una viene vestita così dico “chi è ‘sto puttanun? Come si è intro*ata”. Le donne sono come i fiori, in base ai colori e ai profumi attirano un certo tipo di uomo. Se tu hai paura perché sei insicura e quindi esageri con la sessualità attirerai solo gente che ti vuole sdraiare. Questa ragazzina è a quattro zampe, in ginocchio, impecorata che muove il culo e fa “l’ho visto, mi piace, lo voglio, ce l’ho/lo prendo”. Tutto il videoclip era un richiamo sessuale. Pensa io padre di due femmine, vado a lavoro, faccio le mie cose, mentre una società mi sta imp*ttanando la figlia. Ma non è possibile sia legale, che una per cantare una canzone si metta a quattro zampe, vestita da mig*otta e muova il c*lo facendo “I want it, I got it…”

Leggi anche:

Muore il rapper americano Mac Miller per sospetta overdose


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.