Facebook contro le fake news: a decidere l’autorevolezza dei siti saranno gli utenti

Novità da parte di Facebook nella lotta alle fake news e alle bufale, saranno gli utenti a dire di quali testate si fidano.

Continua la lotta di Facebook alle Fake news e in sette giorni arriva il secondo annuncio di Mark Zuckerberg con il quale afferma che alle news saranno gli utenti a dare credibilità indicando se si fidano o meno delle fonti da cui provengono le informazioni.

Zuckerberg ha scritto che “La mia speranza è che questi aggiornamenti possano aiutare a migliorare il tempo che si passa su Facebook”.  La novità entrerà in vigore fra una settimana nella speranza che a dare i voti non siano coloro che diffondono le bufale.

Basta Fake News: ecco le novità di Facebook

Una novità che entrerà in vigore fra una settimana. Un tentativo di intervenire sul dilagare delle fakenews affidandosi agli utenti, nella speranza che a dare i “voti” all’informazione non siano gli stessi che condividono bufale in abbondanza.

“Potremmo provare a prendere questa decisione da soli ma è qualcosa che non ci faceva sentire del tutto a nostro agio. Abbiamo preso in considerazione la possibilità di chiedere ad esperti esterni, ma sapevamo che probabilmente non avrebbero risolto il problema dell’obiettività. Oppure potevamo chiederlo a voi – la community – e quindi sarà il vostro feedback a determinare la classifica” spiega il papà di Facebook aggiungendo che Ogni utente vedrà meno contenuti pubblici, tra cui notizie, video e post pubblicati dalle aziende. Dopo questo cambiamento, prevediamo che le notizie rappresenteranno circa il 4% dei contenuti, rispetto a circa il 5% di oggi. Questo è un grande cambiamento, ma sappiamo che le notizie saranno sempre un modo fondamentale per far cominciare le discussioni tra le persone”.

Le priorità del 2018, quindi, sono quelle di dare la priorità a notizie di testate affidabili coinvolgendo nella scelta dell’affidabilità gli utenti, troppo spesso considerati passivi poichè lasciano scorrere gli articoli senza commentare e senza condividere.

Leggi anche: Facebook condannata a risarcire una ragazza per la diffusione di una foto senza veli

Redazione

Notizie scritte dalla redazione di cronaca, notizie, salute, viaggi, gastronomia e musica di NotizieOra.