Fate attenzione a chi usa le lenti a contatto: 13 errori da evitare per non avere gravi danni

Le lenti a contatto non sono un gioco, se non si fa attenzione si rischia grosso fino ad arrivare a danni permanenti. Ecco alcuni consigli utili.

Le lenti a contatto rappresentano per il genere umano, una variante per chi porta gli occhiali. C’è chi li usa quotidianamente, e forse è quello che rischia di meno perché sa come usarle, poi c’è chi li mette per necessità e poi c’è chi li mette ogni tanto solo perché pensa che gli doni al viso, facendolo sentire più bello e importante, per vanità, ed è proprio questo soggetto quello che rischia di più, c’è addirittura chi le mette colorate, insomma, sappiate che le lenti a contatto non sono un gioco, se non si fa attenzione si rischia grosso fino ad arrivare a danni permanenti. Nel mondo ci sono 153 milioni di ipovedenti, e per questo el Pais presenta una guida per l’utilizzo corretto delle lenti a contatto.

I 13 errori da evitare assolutamente, che potrebbero costarvi un occhio

1)Conservare le lenti a contatto in acqua salata: da tenere presente che l’acqua del rubinetto è da evitare, può aumentare il rischio di infezioni. Lo specialista raccomanda, se è proprio inevitabile e non si ha il liquido appropriato, sciogliere un cucchiaio di sale in un litro di acqua bollita e raffreddata, da dire che questa soluzione conserva le lenti, ma non le disinfetta, fate attenzione.

2)Usare le lenti oltre la durata consigliata: il produttore calcola questi tempi in modo che l’obiettivo non perde le sue proprietà, questo per fornire ossigeno sufficiente all’occhio, quindi si raccomanda di leggere attentamente e rispettare i tempi scritti sulle istruzioni delle confezioni, se non si rispettano i tempi si andrà a sentire disagio e secchezza oculare, poi i problemi rimarranno per lungo tempo.

3)Lavare le lenti a contatto: non strofinare le lenti a contatto con l’indice e il liquido prima di riporli nella custodia, una leggera pulizia meccanica della superficie della lente, uno sfregamento tra le dita è raccomandata per rimuovere eventuali depositi, in particolare i grassi.

4)Non buttarle fuori dopo la congiuntivite: la lente a contatto può contenere microrganismi della congiuntivite associata, quindi, se vengono usate di nuovo, possono infettare di nuovo. Nel non monouso, devono essere disinfettate con soluzioni professionali, non quelle utilizzate quotidianamente.

5)Non cambiare il liquido delle lenti a contatto ogni giorno: la soluzione perde le sue proprietà disinfettanti e questo può essere pericoloso per gli occhi, il liquido accumulato aiuta lo sviluppo di microrganismi che possono aumentare i rischi di infezione agli occhi.

6)Non cambiare la custodia con ogni paio di lenti nuove: ogni volta che cambiamo il liquido nella custodia delle lenti, non vuol dire di aver rimosso tutta la sporcizia, allora potremo usare una nuova custodia, questo però rischia di costare molto caro alle tasche a chi adopera questo sistema.

7)Non rimuovere le lenti a contatto quando si dorme: nonostante sei persone su sette sanno che non bisogna dormire con le lenti a contatto, ci dormono e non le tolgono. Questa pratica è molto dannosa per l’occhio, si possono sviluppare cheratite e infiammazione della cornea, problemi molto gravi.

8)Non usare lacrime per la secchezza: le lacrime artificiali sono gocce oculari la cui composizione cerca di imitare la lacrima naturale e aiuta ad evitare la secchezza oculare che le lenti a contatto possono generare. Gli sforzi visivi davanti a schermi provocano maggiore secchezza.

9)Non usare detergenti extra in caso di occhi grassi: per chi ha occhi grassi, vicino alle lenti ci saranno parecchi depositi, la pulizia quotidiana non basta, bisogna fare la deproteinizzazione delle compresse, non farlo può causare all’occhio congiuntivite allergica e occhi rossi.

10)Non farne a meno per qualche ora al giorno: il tempo massimo consigliato per tenere le lenti a contatto è 12 ore, oltre si rischia secchezza e cheratite. Si consiglia, una volta rientrati a casa, di togliere e usare gli occhiali.

11)Struccarsi prima di togliere le lenti a contatto: rimuovere il trucco prima di rimuovere le lenti è un errore, le lenti vanno indossate sempre prima di truccarsi, il trucco ha un grosso impatto sulla lente e bisogna evitarlo.

12)Nuotare con le lenti a contatto: il contatto delle lenti a contatto con l’acqua di mare può essere molto dannosa, si possono generare infezioni molto gravi, quelle causate da amebe, se si vogliono tenere le lenti in acqua si possono usare gli occhialini per proteggersi. Lo stesso vale quando si fa la doccia, evitare con le lenti e non si corrono rischi inutili.

13)Mettersi le lenti a contatto appena svegli: l’ideale è far passare del tempo, se non si può aspettare bisogna lavare bene gli occhi prima di indossarle, durante il sonno notturno si produce un piccolo edema della cornea che è fisiologico e fino ai primi battiti di palpebre non raggiunge le normali condizioni.

Nuota con le lenti a contatto in piscina e perde un occhio a causa di un batterio


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp