Fattura elettronica e delega massiva, le fasi di attivazioni

Fattura elettronica in vigore dal 2019, la delega massiva e le varie fasi di attivazioni, tutte le ultime novità.

Fattura elettronica: l’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento 5.11.2018, n. 291241, ha reso disponibili, dal 5.11.2018, per gli intermediari abilitati che hanno presentato per i propri clienti la dichiarazione Iva nel 2018, la delega massiva per ottenere l’abilitazione ai servizi relativi alla fattura elettronica offerti dall’agenzia delle Entrate, nell’area del proprio sito web “fatture e corrispettivi”; diversamente, per la delega individuale on line bisognerà attendere il 30.11.2018.

Intermediari abilitati

Per gli intermediari abilitati che non hanno presentato la dichiarazione Iva nel 2018 è possibile seguire una procedura di invio della delega via pec. Per tutti è stato istituito l’obbligo di predisposizione di un apposito registro cronologico con indicazione del numero progressivo e della data della delega conferita, dei dati di identificazione fiscale del cliente e degli estremi del documento d’identità.

Fattura elettronica: le fasi di attivazioni

Le fasi per l’attivazione della delega, sono le seguenti:

  • il cliente sottoscrive il modulo di delega, con indicazione della tipologia di servizi delegati, rilasciando copia del documento di identità;
  • il professionista deve numerare progressivamente i documenti acquisiti e annotarli giornalmente in un apposito registro cronologico, per il successivo eventuale controllo da parte dell’Agenzia delle Entrate;
  • prima di trasmettere la delega all’Agenzia delle Entrate è necessario individuare e indicare i dati dichiarativi essenziali, riportati sulla dichiarazione Iva 2018;
  • la delega deve essere trasmessa all’Agenzia delle Entrate entro 90 giorni dalla sottoscrizione del modulo da parte del cliente. La delega massiva è efficace entro 2 giorni dal ricevimento della comunicazione telematica da parte dell’agenzia delle Entrate e, automaticamente, ha durata di 2 anni dalla data di conferimento.

Fonte: Il Sole 24 ore


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.