Fattura elettronica: obbligo di adesione entro il 31 ottobre, le novità dell’Agenzia

Fattura elettronica: entro il 31 ottobre il contribuente deve aderire al servizio di consultazione e memorizzazione delle fatture

L’Agenzia dell’Entrate dà la possibilità di aderire al servizio di consultazione e acquisizione della fattura elettronica a cui il contribuente può far richiesta di adesione entro il 31 ottobre. Come tutti sappiamo dal 1° gennaio 2019 è scattato l’obbligo dell’emissione della fattura elettronica per le cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti o stabiliti in Italia.

Fattura elettronica servizio consultazione e memorizzazione: che cosa è

L’Agenzia dell’entrate dal 1° gennaio al 31 ottobre esegue la memorizzazione temporanea della fattura elettronica in conformità alle indicazioni ricevute dal Garante al riguardo della protezione dei dati personali, allo scopo di ottenere alcuni dati di natura fiscale contenuti nelle fatture. Inoltre fornisce un servizio facoltativo che prevede la possibilità di consultare o scaricare i documenti in formato XML transitati attraverso il Servizio di Interscambio (SdI).

Tale servizio di consultazione e acquisizione delle fatture viene concesso dopo che il contribuente ha aderito a uno specifico Accordo tra Agenzia delle Entrate (che sarà responsabile del trattamento dati) e il contribuente, che manifesta la volontà di aderire al servizio concedendo all’Agenzia il consenso di memorizzare e conservare i dati delle fatture in formato elettronico.

Servizio consultazione e memorizzazione: come funziona

Tutti i contribuenti che entro il 31 ottobre aderiscono al servizio potranno consultare e scaricare le fatture ricevute dall’inizio dell’anno. I dati conservati dall’Agenzia delle Entrate sono quelli indicati dall’articolo 21 del D.P.R. 633/72 tranne quelli riguardanti i dati relativi alla quantità e qualità dei beni e dei servizi.

I contribuenti che non concedono il consenso entro il 31 ottobre all’Agenzia per la memorizzazione e conservazione delle fatture elettronica, non potranno consultare o scaricare i file delle fatture, ma solo dopo aver concesso il consenso. Nel caso in cui il contribuente entro 60 giorni dalla scadenza non aderisce, l’Agenzia delle Entrate cancellerà tutti i files delle fatture elettroniche memorizzati durante il periodo transitorio. I dati relativi alle fatture elettroniche emesse dai contribuenti verranno conservati solo per le normali attività istituzionali e per i consueti controlli automatizzati.

Chi non aderisce: quali sono le conseguenze

Anche nel caso in cui il soggetto non aderisca al servizio di memorizzazione e conservazione delle fatture elettroniche, l’Agenzia delle Entrate potrà effettuare i controlli incrociati con i dati fiscali che memorizzerà anche se dovesse eliminare il file completo della fattura elettronica in seguito alla mancata adesione al servizio.

L’Agenzia dell’Entrate ha chiarito che la mancata adesione al servizio non implica l’inserimento del contribuente nelle black list dei soggetti potenzialmente a rischio. La finalità del servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche è quella di rendere più chiaro e trasparente il rapporto tra amministrazione finanziaria e contribuente. Infatti, è stato pensato anche per quei piccoli contribuenti che non dispongono di software gestionali per la gestione elettronica delle proprie fatture.

Quindi possiamo concludere, che la mancata adesione al servizio non impedisce i controlli incrociati da parte del fisco. Inoltre, non crea una disuguaglianza di trattamento rispetto a tutti quei contribuenti che daranno il proprio consenso all’archiviazione completa dei dati.

Fattura elettronica immediata e differita: la data di emissione importante, i chiarimenti dall’Agenzia


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.