FCA: in futuro le sue auto saranno basate su una piattaforma a trazione anteriore

In futuro il gruppo FCA userà per le sue auto compatte la piattaforma a trazione anteriore di PSA, che è più nuova e moderna delle sue

In seguito alla fusione con PSA, una nuova strategia nei prossimi anni sarà perseguita dal gruppo FCA per quanto concerne le piattaforme delle sue future auto.  Sembra che le intenzioni del gruppo francese PSA siano di imporre le sue piattaforme CMP e l’e-CMP per il segmento B e per le sue auto elettriche e l’EMP2  che consente anche ibridi plug-in ed elettrici per gli altri segmenti. Dunque le future auto del gruppo Fiat Chrysler disporranno di una piattaforma a trazione anteriore e totale con diverse forme di propulsione.

In futuro FCA userà per le sue auto compatte la piattaforma a trazione anteriore di PSA

La decisione verrebbe presa in quanto le piattaforme di PSA sono più moderne e recenti di quelle di FCA che invece ormai hanno fatto il loro tempo. Queste dovrebbero venire confermate solo per alcuni veicolo Jeep di grandi dimensioni e per i pick up di RAM. Il grande mistero di questa fusione è quello relativo al futuro della piattaforma Giorgio di Alfa Romeo Giulia e Stelvio

L’architettura di propulsione è una delle più avanzate, configurata per la trazione integrale e per gli ibridi , ma il suo costo elevato e il fatto che fino ad ora solo due modelli la utilizzano hanno reso praticamente impossibile recuperare l’investimento effettuato. La domanda che tanti si fanno è se i francesi lo useranno anche per il marchio DS in un futuro un po’ più lontano. Vedremo se nel corso del 2020 maggiori informazioni sulle future strategie di FCA e PSA trapeleranno.

Ti potrebbe interessare: FCA annuncia l’arrivo di un nuovo SUV sopra Compass nel 2021 in Brasile


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp