Feng shui: l’antica arte taoista per arredare la casa

Feng shui è la traduzione letterale del termine “vento ed acqua” e rimanda ad una pratica cinese che intende studiare il corretto posizionamento di arredi nelle abitazioni o lo sfruttamento di spazi interni ed edifici, per allontanare tutte le influenze negative della vita. Ecco come posizionare i tuoi oggetti nella casa. Sperimenta e potrai notare subito tanta positività attorno a te!

Feng shui  è la pratica taoista che devi utilizzare se vuoi allontanare da te, dai tuoi familiari e della tua abitazione tutte le influenze negative. La pratica risale a quasi sei mila anni fa, ma è ancora oggi molto utilizzata nei Paesi asiatici, che credono fortemente che il posizionamento degli arredi sia fondamentale per il benessere dell’individuo.

Feng shui: ecco come funziona

Se in Italia (e in molti altri Paesi), quando si vuol dare vita al sogno di una propria casa, ci si rivolge ad arredatori ed architetti, in molti Paesi asiatici esistono dei veri esperti del Feng shui. Si tratta di una pratica molto complessa, che richiede tanto studio alla base. Saper sfruttare l’energia che il vento, l’acqua o il suolo restituisce non è da chiunque. Tra le regole principali, è necessario prestare attenzione ai colori che si utilizzano nel tinteggiare le pareti.

Secondo il Feng shui, si possono usare il verde,il nero, il rosso, il bianco ed il giallo. Il verde perché ricorda i colori della natura e ne incamera tutto lo spirito, il nero perché legato al risposo, il rosso perché rimanda al mondo animale; poi ancora il bianco per il denaro e la fortuna ed il giallo per la longevità.

Feng shui nelle stanze della propria abitazione:

Per la cucina esistono tutta una serie di regole che spaziano dai materiali e colori utilizzati per le tavole. La camera da letto, invece, deve trovarsi estremamente lontana dall’ingresso. La pozione ideale per il letto è quella trasversale, con una inclinazione della testata verso l’est. La testata o i piedi del letto non dovrebbero mai puntare verso la porta.

Poi esistono statue, candele ed oggetti vari che possono incrementare il potere del Feng shui. La camera dei bambini che crescono va orientata ad est, per armonizzarsi con il sole nascente. Gli apparecchi elettronici come il cellulari, estremamente lontani dal letto.

Il soggiorno è invece il cuore pulsante della propria abitazione e richiede forme geometriche squadrate ( pianta quadrata o rettangolare). Il divano non va posizionato di fronte alla porta, porta che invece dovrebbe essere esattamente alle spalle mentre si cucina (per evitare l’accesso alla negatività).

Qualche altra piccola regola:

I corridoi devono essere abbelliti con opere d’arte e specchi ( che devono però rispettare regole rigide per il Feng shui). Il luogo dove è collocata la libreria è un vero tempio della saggezza per la pratica del Feng shui, che consiglia di disporre i libri secondo argomento trattato per armonizzare il tutto.

La pratica non trascura l’ufficio: la scrivania và posta di fronte alla porta, con il muro alle spalle come protezione. Davanti a noi, sulla scrivania, nessun oggetto: a destra il telefono, a sinistra il PC.

Con queste piccole regole la vostra vita potrà essere estremamente armoniosa ed allontanare tutte le influenze positive. Provare per credere!


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Giulia Curiale

Penso che scrivere sia il modo più immediato per far conoscere se stessi agli altri, per poter mettere a nudo le proprie emozioni o i propri pensieri. Scrivere vuol dire comunicare attraverso un canale a sè, unico e, per questo, speciale. Sono Giulia, ho 25 anni e sono laureata in Giurisprudenza. Amo l'healthy food, la vita salutare, lo sport, ma la mia curiosità mi spinge a interessami praticamente ad ogni aspetto più svariato. Scrivo, perchè scrivere è un'esigenza!