Fermo amministrativo auto: prima e dopo l’8 marzo 2020, cosa succede adesso?

Fermo amministrativo auto e sospensione dei termini fino al 30 agosto 2020, con l’auto si può circolare? Tutti i chiarimenti.

Fermo amministrativo e cartelle esattoriali prima e dopo l’8 marzo 2020, data di sospensione prevista nel decreto Rilancio per tutti i debiti derivanti da cartelle esattoriali, avvisi di pagamento, avvisi di addebito, ecc. La sospensione dei termini è prorogata fino al 30 agosto 2020, dopo tale data si dovrà procedere al pagamento. Molti lettori ci hanno chiesto come devono comportarsi con il fermo amministrativo auto, le domande più comuni sono le seguenti: Ho un auto con il fermo amministrativo posso circolare? Mi è arrivato l’avviso del fermo amministrativo posso pagarlo a settembre e circolare con l’auto?  A queste domande ha risposto direttamente l’Agenzia delle Entrate Riscossione.

Cartella esattoriale scaduta prima dell’8 marzo, cosa rischio?

Durante il periodo di sospensione l’Agenzia delle Entrate Riscossione non attiverà nessuna procedura esecutiva (pignoramento) o cautelare (fermo amministrativo o ipoteca).

L’Agenzia delle Entrate Riscossione ha risposto a varie domande sulle cartelle esattoriali e sulle varie possibilità di rateizzazione, in quest’articolo sono racchiuse le più importanti: Cartelle esattoriali: nuove scadenze e termini di pagamento, le Faq ‘Decreto Rilancio’

Ho ricevuto prima dell’8 marzo un preavviso di fermo amministrativo dell’auto,  dovevo pagare entro 30 giorni. Se non pago posso utilizzare l’auto?

Le attività esecutive e cautelari sono sospese dall’8 marzo al 31 agosto, quindi, fino al 31 agosto lei potrà utilizzare l’auto. Dopo tale data se non procederà con il pagamento del debito o alla richiesta di una rateizzazione del debito, l’Agenzia delle Entrate Riscossione potrà procedere all’iscrizione del fermo amministrativo del veicolo o l’iscrizione dell’ipoteca sull’immobile.

Ho un fermo amministrativo già iscritto in una vecchia cartella non pagata. Posso pagare e chiederne la cancellazione?

Durante la sospensione emanata nel decreto Rilancio, è possibile procedere al pagamento integrale del debito per ottenere la cancellazione del fermo amministrativo, oppure, chiedere un piano di rateizzazione del debito e pagando la prima rata ottenere il consenso della sospensione del fermo amministrativo sul veicolo.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”