Ferrari in IndyCar? L’idea di Mario Andretti

All’ex pilota Mario Andretti piacerebbe vedere la casa automobilistica italiana Ferrari unirsi alla serie nord americana Indycar

All’ex pilota Mario Andretti piacerebbe vedere la casa automobilistica italiana Ferrari unirsi alla serie nord americana Indycar come fornitore di telai e motori. Andretti, uno dei quattro piloti che hanno vinto entrambi i campionati di Formula 1 e IndyCar, ha dichiarato domenica in un’intervista con la Gazzetta dello Sport che Roger Penske, proprietario della serie IndyCar e il team principal Ferrari Mattia Binotto, dovrebbero riunirsi per discutere di una collaborazione. “Avere la Ferrari sarebbe incredibile”, ha detto Andretti al quotidiano sportivo italiano. “Non solo come fornitore di motori, ma anche come costruttore di telai.”

A Mario Andretti piacerebbe vedere la casa automobilistica italiana Ferrari unirsi alla serie nord americana Indycar

“È chiaro che le regole dovrebbero essere cambiate, ma vorrei una battaglia tutta italiana tra Dallara e Ferrari. Il Cavallino Rampante aumenterebbe l’interesse per il campionato, ma c’è un ostacolo nelle regole. Suggerisco che Binotto venga e proponga un’idea a Roger Penske.” Il ruolo di Andretti in IndyCar è ora per lo più di ambasciatore, ma rimane un appuntamento fisso sul circuito lavorando con il figlio Michael, anche lui un ex pilota di F1 e IndyCar che ora gestisce numerosi team di corse tra cui IndyCar, Indy Lights e Formula E.

Attualmente IndyCar ha due fornitori di motori, Chevrolet e Honda, mentre Dallara realizza il telaio per tutti i team. Portare il famoso team di Formula 1 per l’immagine di IndyCar potrebbe essere molto più che una fantasiosa ponderazione da parte di Andretti con la Ferrari che resiste ai nuovi limiti del budget FIA che potrebbero comportare la perdita di centinaia di posti di lavoro all’interno del team con sede a Maranello. I team di Formula 1 hanno concordato verbalmente di abbassare il limite di bilancio del 2021 dai $ 175 milioni stabiliti nel regolamento a $ 145 milioni, ma alcuni stanno spingendo per ulteriori tagli a causa della crisi finanziaria globale causata dalla pandemia di COVID-19.

Alcune altre squadre sono interessated arrivare a una cifra vicina ai $ 100 milioni, ma la Ferrari, la squadra più antica e di maggior successo dello sport, si oppone a ulteriori riduzioni. La Ferrari, che produce la propria auto e i propri motori, ha affermato che centinaia di posti di lavoro sarebbero a rischio con un tetto inferiore. Una possibile soluzione potrebbe vedere la Ferrari espandere la propria impronta automobilistica schierando altrove personale in altre serie come IndyCar, Le Mans o auto sportive.

Ti potrebbe interessare: Ferrari ritarda la presentazione delle due auto previste per il 2020


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp