Ferrari ritarda la presentazione delle due auto previste per il 2020

La Ferrari ritarderà le presentazioni delle due nuove auto che voleva lanciare nel 2020 a causa della crisi del coronavirus

La Ferrari ritarderà le presentazioni delle due nuove auto che voleva lanciare nel 2020 a causa della crisi del coronavirus, che ha mantenuto le sue fabbriche a Maranello e Modena chiuse da metà marzo fino a questo lunedì. Il debutto dei nuovi modelli è stato rinviato da tre a quattro mesi rispetto al piano originale, anche se non ci sono ancora date ufficiali. Il 2020 doveva essere un anno più tranquillo per il cavallino rampante che invece lo scorso anno ha fatto debuttare cinque modelli: l’ F8 Tribute a marzo, l’ SF90 Stradale a maggio, l’ F8 Spider e l’ 812 GTS a settembre, e Roma nel mese di novembre. Quest’anno invece solo due.

La Ferrari ritarderà le presentazioni delle due nuove auto che voleva lanciare nel 2020 a causa della crisi del coronaviru

Il direttore esecutivo Louis Camilleri ha confermato che le interruzioni di Covid-19 li hanno costretti a ritardare i due lanci che avevano programmato da diversi mesi, secondo il portale Autonews a seguito di una conversazione del manager con gli analisti del settore. Nessuna stima è stata rilasciata. A breve termine, la priorità è recuperare la produzione persa durante le settimane di pausa. Maranello ritiene di poter compensare il 50% del volume perso se chiedera’ ai dipendenti di lavorare il sabato e di ridurre le vacanze estive, tra le altre misure.

Il vice presidente della Ferrari, Enrico Galliera, aveva già anticipato pochi giorni fa che erano due auto. “Abbiamo sempre in programma di fare qualcosa di più e cercheremo di dare notizie. Lanceremo due nuovi modelli entro la fine dell’anno”, ha dichiarato Galliera in dichiarazioni raccolte da Autocar. “Continuiamo a guardare a nuovi mercati. Potenzialmente ogni segmento può interessarci, sempre rispettando che siamo una compagnia automobilistica di lusso “.

Ciò che la Ferrari non perderà sulla strada di questa espansione è il suo carattere di produttore sportivo, nemmeno con l’arrivo del futuro SUV Purosangue, previsto per il 2022. “Possiamo entrare in tutti i mercati in cui è accettata un’auto di lusso. Naturalmente, abbiamo alcune limitazioni che hanno a che fare con il nostro carattere. La Ferrari è un produttore di auto sportive. Quando guardiamo a nuovi segmenti dobbiamo tenere a mente che l’anima del marchio Ferrari è la nostra unica limitazione. La cosa naturale per noi sono le auto sportive e la GT, ma possiamo guardare altrove finché siamo coerenti con il nostro patrimonio “, ha concluso Galliera.

Ti potrebbe interessare: Una delle Ferrari F50 più speciali di sempre è in vendita


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp