Fiat 500 elettrica: prima immagine senza veli

Una nuova foto di una Fiat 500 elettrica completamente non mascherata è emersa online e mostra una sorta di anticipazione di come sarà il nuovo modello

Una nuova foto di una Fiat 500 elettrica completamente non mascherata è emersa online ed espone il modo in cui la casa automobilistica italiana prevede di reinventare uno dei suoi best-seller. La parte posteriore della nuova Fiat 500, è stata pubblicata sulla pagina Instagram di Cochespias, è particolarmente rivelatore ed indica che la piccola vettura sembra una versione rinnovata della macchina attuale. Dunque non ci sarà una vera e propria rivoluzione nel design dell’iconico modello. Guardando più da vicino l’immagine è possibile vedere alcuni cambiamenti molto sottili sull’auto attuale che includono lo spostamento dello specchietto retrovisore verso l’angolo del montante anteriore.

Una nuova foto di una Fiat 500 elettrica completamente non mascherata è emersa online

La nuova Fiat 500 elettrica ottiene anche un paio di luci posteriori più grandi, più a forma di D e un baule completamente riprogettato che abbandona gli inserti in cromo.  Nuove maniglie delle porte e linee morbide a tutto tondo sembrano suggerire che i progettisti Fiat stiano cercando di non appesantire troppo lo stile della celebre vettura in questa sua nuova versione.

Oliver Francois, Chief Marketing Officer di Fiat, ha dichiarato: “La nuova Fiat 500 elettrica sarà un’auto premium. Una nuova 500, totalmente rinnovata. Totalmente elettrica. Sarà una specie di Tesla urbana , con uno stile bellissimo.”

Ricordiamo che la prima vettura completamente elettrica di Fiat Chrysler sarà rivelata il prossimo 3 marzo in occasione dell’apertura del Salone dell’auto di Ginevra 2020. In quella occasione conosceremo tutti i dettagli e le principali informazioni sulla nuova vettura elettrica della principale casa automobilistica italiana.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp