Fiat 500 elettrica: prodotto il primo esemplare

Il primo esemplare di Fiat 500 elettrica è stato prodotto nello stabilimento Fiat Chrysler Automobiles di Mirafiori in Piemonte, lo ha confermato FCA

Il primo esemplare di Fiat 500 elettrica è stato prodotto nello stabilimento Fiat Chrysler Automobiles di Mirafiori in Piemonte. A quanto pare si tratta di un modello pre serie della futura vettura che sarà presentata agli inizi del 2020.

Il debutto di questo modello dovrebbe infatti avvenire in occasione del Salone dell’auto di Ginevra 2020, evento che si terrà nel corso del prossimo mese di marzo. La conferma che il primo esemplare della Fiat 500 elettrica è stato prodotto è stata data da Roberto Di Stefano, responsabile della produzione elettrica di Fca in Europa.

Il primo esemplare di Fiat 500 elettrica è stato prodotto nello stabilimento Fiat Chrysler di Mirafiori

L’annuncio è avvenuto durante una conferenza stampa che si è tenuta a Melfi in occasione dei festeggiamenti dei 25 anni dello stabilimento e dell’annuncio dell’inizio della produzione di Jeep Compass.

Fiat 500 elettrica è un modello di cui si parla molto e che è destinato a suscitare clamore. Il veicolo sarà il primo modello elettrico prodotto in Italia da Fiat Chrysler Automobiles. La nuova 500 EV sarà prodotta su una nuova piattaforma elettrica destinata poi ad essere impiegata in numerosi altri modelli elettrici del gruppo italo americano.

Fiat 500 elettrica da Mirafiori sarà poi esportata in tutto il mondo. Grazie a questo modello lo stabilimento di Mirafiori dovrebbe arrivare alla piena occupazione nel giro massimo di un anno dall’inizio della produzione del modello di serie.

Ricordiamo infine che nei mesi scorsi lo stabilimento è stato sottoposto ad un restyling necessario per consentire la produzione di un modello elettrico nella linea dell’impianto che sarà dedicata alla produzione di questo importante modello.

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler e Renault: dopo l’addio di Bollorè si torna a parlare di fusione?


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp