Fiat Chrysler: rischio chiusura per un suo stabilimento?

Fiat Chrysler offre pacchetti di separazione volontaria per i suoi dipendenti dello stabilimento di Belvidere

Il 28 gennaio, Fiat Chrysler Automobiles ha lanciato l’offerta di un “pacchetto di separazione volontaria” a 3.900 lavoratori nel suo impianto di assemblaggio di Belvidere a nord-ovest di Chicago. La mossa rende la chiusura della pianta Belvidere una possibilità concreta. Le offerte di acquisizione sono arrivate nella stessa settimana in cui i lavoratori sono tornati al lavoro in seguito ad uno stop di due settimane e sono arrivati ​​poco dopo la decisione di un ulteriore stop  di una settimana deciso per il 13 febbraio. L’intero terzo turno dello stabilimento, composto da 1.371 lavoratori, è stato licenziato lo scorso maggio. Lo stabilimento produce la Jeep Cherokee, le cui vendite sono diminuite del 20 per cento a 191.397 unità nel 2019.

Fiat Chrysler offre pacchetti di separazione volontaria per i suoi dipendenti dello stabilimento di Belvidere

La cifra di 3.900 equivale all’intera forza lavoro attuale dell’impianto di Fiat Chrysler. Sono disponibili due pacchetti di acquisizione separati. Il primo è l ‘”Incentive to Retire Program” (IRP), che è un pagamento forfettario di $ 60.000. La seconda opzione è nota come Terminazione volontaria del rapporto di lavoro (VTEP). VTEP offre anche un pagamento forfettario, che varia in base all’anzianità. Coloro che accettano questa opzione non sono idonei per il rehire, il richiamo o il reimpiego presso l’azienda. 

Significativamente, ciò significa che non potranno essere trasferiti nel complesso ristrutturato di Mack Avenue a Detroit, quando aprirà alla fine di quest’anno, aprendo la strada alla società per gestire l’impianto utilizzando “in progress” e lavoratori temporanei.Vedremo dunque come si evolverà la situazione per lo stabilimento di Fiat Chrysler che sorge a Belvidere e il cui futuro preoccupa e non poco lavoratori e rappresentanti sindacali. L’unica speranza potrebbe essere l’aggiunta di un nuovo modello da produrre accanto a Jeep Cherokee le cui vendite continuano a calare. In proposito tempo fa si parlava di un Suv a 7 posti che potrebbe venire realizzato proprio a Belvidere. Per il momento però mancano conferme ufficiali.

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler: i crediti di CO2 acquistati da Tesla finanzieranno la Gigafactory in Germania


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp