Film L’Immortale Marco D’Amore parla al pubblico

-
18/12/2019

Film L’Immortale, intervista e considerazione del protagonista e regista Marco D’Amore

Film L’Immortale Marco D’Amore parla al pubblico

Ieri prima della visione del film “L’immortale” il regista e attore Marco D’amore nella sala di The Space Cinema all’interno del Centro Commerciale Vulcano Buono a Nola, parla al pubblico, appassiona ed emoziona con le sue parole e riceve l’affetto di tutti, rendendo la visione del film più interessante e piacevole. Abbiamo ripreso l’intervista e in parte descritta.

Il film L’Immortale racconta le vicende di Ciro Di Marzio interpretato e diretto da Marco D’Amore.

Film “L’Immortale” Marco D’Amore parla al pubblico

L’intervista a Marco D’Amore nella sala di The Space Cinema al Vulcano Buono di Nola in provincia di Napoli

Innanzitutto, buonasera a tutti e un grazie di cuore per essere qui, non mi abituo e non mi voglio abituare a parlare davanti a tante persone. È difficile parlare ad altre persone, può diventare una responsabilità, è pericoloso, io sono molto spaventato quando chi parla mette alla fine delle frasi i punti esclamativi per sancire e per affermare, io non sono capace di fare questo, a me piace mettere i punti sospensivi e quindi mi riesce molto più facile farlo attraverso il mio lavoro.


Leggi anche: Naspi pagamento Inps di gennaio 2021: che giorno arriva la disoccupazione

Ho cominciato a recitare a 15 anni e a 16 anni ho firmato il mio primo contratto, e da 23 anni pago i contributi allo Stato. Io mi sono avvicinato a questo personaggio con grande delicatezza e con garbo, non mi andava di dire io sono meglio di te.

Ciro Di Marzio, una fortezza inespugnabile, alle spalle ha il suo trascorso, la sua vita e un giorno ossessionato dall’idea che dietro di lui ci fosse qualcosa, gli ho detto: tu per me sei stato un bambino, tu come me hai avuto paura di dormire la notte da solo, hai sentito la mancanza dell’affetto di una carezza avrai sognato di andare a mangiare il gelato con una ragazza vicino al mare, è impossibile che questo non sia accaduto. Allora questo mi ha avvicinato verso questo essere umano, ripeto io non giustifico ma ho provato a comprendere.

È una cosa alta capire le cose altrui, spero che questo possa accadere anche a voi.

Marco D’Amore in tour per l’Italia

Noi siamo partiti due settimane fa e abbiamo iniziato questo tour, fortemente voluto in tutta Italia che è partito dal Sud, abbiamo ribaltato l’ordine delle cose di solito i film iniziano da Roma, Firenze, Bologna io invece ho voluto ribaltare l’ordine e ho iniziato con Napoli, Catanzaro, Nola Caserta, Bari,  e poi dopo sono andato anche su. Io avevo bisogno della benedizione di gente che come me che capisse cos’è il sud nel mondo.

Spero che questo film vi emozioni, spero che sentiate che questo film è fatto solo in rispetto alla gente.

E nel rispetto del pubblico che io stimo il fatto di essere sempre più intelligente di quello che si racconta, il risultato di questo film è clamoroso noi siamo il primo film drammatico del 2019, siamo il terzo migliore esordio della storia del cinema, non perché siamo stati bravi ma perché le persone hanno incominciato a raccontare questa storia che è passata di bocca in bocca, spero che voi la sentiate vicino perché vi riguarda, non so in che modo perché ognuno ha la sua sensibilità, che sicuramente in qualche modo vi riguarda perché è anche vostra, spero che possiate raccoglierla e continuarla a raccontarla…


Potrebbe interessarti: Bonus Bici e monopattino 2020: come funziona e quando arrivano i soldi, da oggi 14 gennaio 2021 ripartono le richieste di rimborso

L’intervista continua vi consigliamo di vedere il video completo.

Video intervista Marco D’Amore – L’Immortale