“Papillon”, un’avvincente storia vera al cinema

-
03/07/2018

“Papillon”, un’avvincente storia vera al cinema

Un film crudo, drammatico e che tiene col fiato sospeso al punto da credere impossibile come la trasposizione cinematografica di una storia vera. Agghiacciante per la sua trama e crudele dal punto di vista umano, Papillon è inizialmente un libro scritto da un uomo che ha davvero vissuto le vicende narrate, il suo nome è Henri Charrière , chiamato da tutti Papillon per via del tatuaggio che aveva sul torace, appunto una farfalla. La sua storia è grottesca quanto interessante. Parla di vicende e di sfide che mettono a rischio la propria vita, di un’amicizia nata prima come protezione e di come sia stata fondamentale per poter uscire da quell’inferno in cui Papillon era prigioniero. Il tutto è iniziato da un omicidio non commesso che porta il nostro innocente a scontare una pena non sua in una realtà tutt’altro che idilliaca.

La trama di Papillon

Siamo a Parigi nel 1931, il protagonista di quest’amara avventura è il 25enne Henri Charrière, chiamato Papillon , che vive nella capitale francese come ladro assieme alla moglie. Ma tutta la sua vita, fatta di frivolezze e di regole non rispettate, finisce quando viene arrestato. Il motivo? Un omicidio che lui stesso non ha commesso, lo porterà a scontare la sua pena, l’ergastolo, presso l’isola del Diavolo, una colonia carceriera nella Guyana francese. Lì sarà, Papillon, sarà costretto a scontare tutto il resto della sua vita a duri lavori forzati. Ma lui non ci sta, allora fa amicizia con un falsario brillante, Louis Dega, che in cambio di protezione è disposto a finanziare la sua fuga da quell’inferno. Tra i due si instaura una profonda amicizia, unico conforto in un ambiente tanto ostile e disumano.


Leggi anche: Pensioni anticipate e Legge di bilancio 2021: si punta al contratto di espansione oltre ad APE sociale e Opzione Donna

Personaggi ed interpreti

Ad interpretare Papillon è l’attore Charlie Hunnam, il mancato Christian Grey della famosa trilogia erotica “50 sfumature”. Mentre, la parte dell’amico di Papillon, Luois Dega, è interpretata da Rami Malek. Quest’ultimo sarà al cinema per un film evento, ovvero Bohemina Rhapsody, dove interpreta il leggendario leader dei Queen, Freddie Mercury.

Papillon-Foto-Dal-Film-02

Il film in sala

Papillon è in sala da martedì 26 giugno ed è davvero un film da consigliare per la sua storia avvincente.

Il vero Papillon

Come già è stato detto, Papillon è davvero esistito, ed il suo nome era Henri Charrière . Il giovane conduceva la stessa vita del romanzo e del libro poi quando poi accadde l’impensabile. Fu condannato all’ergastolo per l’omicidio di Roland Legrand, un macellaio che in una notte del 1930, alle ore 3 circa, fu ucciso da una pallottola che gli trafisse lo stomaco. Prima di morire fece il nome de suo assassinio ovvero Papillon Roger, che però fu erroneamente scambiato per Papillon. Dopo esser stato portato all’isola del Diavolo, Papillon cercò di fuggire ben 9 volte, solo l’ultima volta ci riuscì e arrivò in Venezuela, dove visse come uomo libero. Dopo esser stato imprenditore di vari night club, decise di scrivere le sue memorie che lo portarono al successo. Molto probabilmente, si pensa che Papillon sia riuscito ad arrivare alla libertà corrompendo le guardie con del denaro che aveva nascosto nell’ano, dato che le divise che avevano non possedevano tasche.

leggi anche : Obbligo o verità? Un intrigante film horror vi aspetta al cinema