Ride: un film sul downhill interamente girato con telecamere GoPro

Distribuito da Lucky Red e incentrato sul mondo del downhillRide si preannuncia essere una pellicola innovativa e mozzafiato. Il regista, Jacopo Rondinelli, ha sagacemente unito la suspense e la tensione del thriller all’adrenalina e alla velocità del downhill.

Il downhill

Il downhill (spesso abbreviato in DH), è una specialità del mountain biking. Questo particolare sport contempla l’utilizzo di biciclette concepite appositamente per effettuare discese su percorsi sterrati o tortuosi, ponendo l’accento sulla velocità e sul tecnicismo di alcuni tracciati. Vediamo i vari elementi di cui il downhill è composto:

  • La bicicletta; una bicicletta da DH è bi-ammortizzata, ciò significa che è munita di sospensioni anteriori (con una compressione di 210 mm) e posteriori (con una compressione di 180 mm) per garantire un assorbimento adattivo dei salti e delle buche presenti sul tracciato. Il telaio può essere composto da alluminio fibre di carbonio, componenti che rendono la bici molto più aerodinamica e leggera. Il manubrio è molto largo, questo per consentire un’ampia manovrabilità al rider. I freni, infine, sono a disco: il meccanismo frenante è simile a quello delle moto, due dischi sono applicati alle due ruote per agire in maniera efficace e diretta qualora il rider dovesse rallentare o fermarsi.

    Una bicicletta da downhill.

  • L’equipaggiamento; il praticante di downhill indossa un casco che è molto simile a quello utilizzato nel motocross, tuttavia i componenti sono più leggeri e meno resistenti poiché i caschi da DH sono pensati per discese in bici e non per corse in moto. Altre protezioni sono ginocchieregomitierecorpetto per la protezione del torso e del dorso, guantimascherina per evitare di danneggiare gli occhi durante la discesa.

Un rider effettua una curva con sponda.

 

  • I tracciati; per una sana esperienza di downhill i tracciati migliori sono sentieri di terra battuta scavati tra i boschi delle montagne o delle colline. Esistono tuttavia delle varianti a questi tracciati: i circuiti di pump track, ad esempio, sono spazi cittadini circoscritti in cui vengono costruite artificialmente diverse serie di dossi e rampe di piccole dimensioni per permettere ai rider di divertirsi. Una variante del downhill classico è l’urban downhill, ciò che cambia sostanzialmente è il tracciato: il biker percorre sentieri urbani saltando giù da rampe di scale, guadagnando velocità su discese asfaltate e sfrutta l’ambiente cittadino per creare un tracciato personalizzato.

    Il Red Bull Rampage è la più prestigiosa competizione di downhill al mondo.

Un film coraggioso per uno sport coraggioso

Il downhill è uno sport spesso annoverato nella categoria extreme sports. Questo perché, a livelli più competitivi, il DH contempla alte velocità (anche 70 km/h) e un elevato rischio di danneggiamento fisico. Ride è un film che mostra qualcosa di nuovo, mai visto prima, e ci vuole una buona dose di coraggio per avventurarsi in questo ambiente inesplorato.

TRAMA:  Ride è la storia di Max (Lorenzo Richelmy) e Kyle (Ludovic Hughes), due riders acrobatici. Quando ricevono l’invito a partecipare a una misteriosa gara di downhill con in palio 250.000$, accettano senza esitazione per poi scoprire – ormai troppo tardi – di doversi spingere oltre i limiti delle loro possibilità fisiche e psicologiche. Quella che affronteranno sarà così una corsa estrema per la sopravvivenza. Grazie alla potenzialità delle telecamere GoPro, Ride sarà capace di trasmettere l’adrenalina dello sport estremo come nessun altro modo sarebbe in grado di fare.

DATA DI USCITA: 06 Settembre 2018

Locandina del film.

Mike

Un ventenne che ha amato la scrittura fin da quando ha cominciato a camminare. Forse da un po' prima.