Fine del mondo a luglio 2019 secondo la profezia dei Maya: vediamo di cosa si tratta

Nuova profezia della fine del mondo a luglio 2019: perchè questa dovrebbe essere vera?

Come ogni anno si susseguono le date in cui il mondo dovrebbe finire e dopo l’ennesimo buco nell’acqua della previsione di Apocalisse il 17 giugno da parte di Gianninoto (infatti siamo ancora qua) vediamo l’ennesima profezia, questa volta dei Maya, che vorrebbe la fine del mondo a luglio 2019.

Fine del mondo luglio 2019

Le previsioni catastrofiche questa volta giungono dal Giappone dove il ritrovamento di 3 pesci morti dovrebbe presagire l’arrivo di terremoti e tsunami. Non si tratta di pesci qualunque ma di pesci che in Giappone sono considerati leggendari e messaggeri del Dio del mare. Secondo la leggenda questi pesci rimangono arenati sulla spiaggia solo prima del verificarsi di un catastrofico terremoto.

Ormai le previsioni della fine del mondo dal 2000 ad oggi non si contano (ed essendo ancora tutti qui a leggere questo scritto, evidentemente erano infondate). C’è però chi ancora si ostina a profetizzare l’Apocalisse e alcuni studiosi della Bibbia sostengono che molti degli eventi del 2018 preannunciavano a breve la fine del mondo (tra le varie profezie troviamo anche quella di Ezechiele che potete approfondire leggendo:Fine del mondo, profezia di Ezechiele e pesci nel Mar Morto: il perchè dell’Apocalisse)

Ma i Maya parlano d’altro: tra le loro 7 profezie parlano anche della fine del mondo che secondo voci insistenti si collocherebbe e luglio 2019. Siamo quindi, di nuovo, vicini all’Apocalisse che non ci farà neanche godere l’estate? Perchè se tutte le altre profezie non si sono avverate questa dovrebbe essere vera? Ne riparleremo ad agosto…


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.