Fine del mondo: ecco quale potrebbe essere la data del giorno del giudizio secondo gli scienziati

La fine del mondo potrebbe presto essere rivelata dagli scienziati che stanno usando previsioni matematiche per calcolare la data del giorno del giudizio

La fine del mondo potrebbe presto essere rivelata dagli scienziati che stanno usando previsioni matematiche per calcolare la data del giorno del giudizio, secondo un nuovo studio. Con oltre un milione di casi di coronavirus in tutto il mondo, molti si sono chiesti se questa è la fine del mondo. Ma i ricercatori di tutto il mondo stanno utilizzando l’analisi predittiva per mettere in evidenza alcuni fatti concreti sui possibili sviluppi futuri dell’umanità. Queste equazioni matematiche comprendono una varietà di tecniche statistiche, dal data mining, alla modellazione predittiva e all’apprendimento automatico, che analizzano fatti attuali e storici per fare previsioni su eventi futuri o altrimenti sconosciuti.

La fine del mondo potrebbe presto essere rivelata dagli scienziati attraverso modello matematici

Il fisico e futurista americano Michio Kaku ha rivelato durante la nuova serie inspiegabile di History “Predicting the End of the World” come le aziende già utilizzano questi dati. Ha detto: “L’analisi predittiva è un modo elegante di guardare i dati e scoprire perché le cose accadono. È molto importante per le banche, le società e le multinazionali capire e prevedere determinate cose. In altre parole, le aziende cercano costantemente di prevedere il futuro.

La professoressa di psicologia cognitiva, Anne Cleary, ha spiegato come le nostre menti usano una tecnica simile per prendere decisioni. Ha aggiunto: “L’analisi predittiva funziona in modo molto simile a come funzionano i nostri cervelli. Le nostre menti vengono attrezzate per fare previsioni sul futuro basate sulle nostre esperienze passate. Funzionano in modo molto simile, infatti, gli algoritmi di apprendimento automatico sono spesso chiamati modelli di reti neurali perché progettati per imitare il funzionamento dei neuroni nel nostro cervello.”

I modelli di previsione potrebbero essere in grado di aiutare a mappare gli eventi futuri, analizzando ciò che è accaduto in passato, forse anche la fine del mondo. La professoressa di neuroscienze presso la Northwestern University, Julia Mossbridge, ha affermato che le previsioni potrebbero essere utili per comprendere cosa ci aspetta. “Non penso che la domanda sia: siamo in grado di ottenere informazioni sul futuro? Penso che la domanda sia più simile al perché non otteniamo ulteriori informazioni sul futuro? ” Vedremo dunque se davvero la scienza riuscirà addirittura a prevedere la fine del mondo.

Ti potrebbe interessare: Fine del mondo, le profezie dei Maya e di Ezechiele nascondono delle novità

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp