Fine del mondo, ecco quando nella profezia di Volt

Una profezia vuole la fine del mondo in una data ben più lontana del 2019, ma nessuno ne parla, vediamo la profezia di Volt.

Negli ultimi anni le profezie che annunciano la fine del mondo sono state molteplici ma fino ad ora, nessuna, evidentemente visto che siamo qui a leggere, si è avverata.

Si era parlato della fine del mondo il 24 giugno 2018, in bas alla profezia di Nostradamus e ne scrivemmo nel seguente articolo Fine del mondo 24 giugno 2018: come si è giunti alla data della nuova Apocalisse?, dell’Apocalisse dopo l’Anticristo Fine del mondo: prima l’Anticristo e poi l’Apocalisse, il 2018 è un anno chiave che vedeva nella fine del mondo il 2018 come anno chiave.

Molte sono state le date di previsione dell’apocalisse nel 2018, riassunte in questo articolo Fine del mondo 2018: dal 24 giugno al 16 dicembre tutte le predizioni, ma siamo giunti al 2019 senza vederne realizzare alcuna.

Ora, in base alla profezia dei Maya la fine del mondo dovrebbe arrivare a fine luglio 2019, come si può approfondire nel seguente articolo, Fine del mondo a luglio 2019: ecco la nuova previsione Maya.

ma c’è anche un’altra profezia che vede, invece, la fine del mondo ancora molto lontana. Vediamo cosa prevede Volt.

Fine del mondo e profezia di Volt

Volt, conosciuto anche come il Conte Vincenzo Fani Ciotti, affronta la fine del mondo in una sua opera intitolata “La fine del mondo” in cui fonde la narrativa con teorie scientifiche e sociologiche per spiegare quando e come avverrà, appunto l’apocalisse.

La data fissata da Volt è il 2247, anno in cui l’Italia farà parte degli Stati Uniti d’Europa di cui la capitale è Roma, sarà risorto il Partito Comunista e alleatosi con la massoneria esercita il potere dopo aver espropriato il Vaticano. Terremoti, maremoti ed esalazioni di gas porteranno, secondo il prospetto degli scienziati, alla fine del mondo poichè la Terra diventerà inabitabile.

 

Patrizia Del Pidio

Sono attualmente direttrice responsabile della testata online Investireoggi.it e collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it.Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.