Fisco: utenti nel panico per la campagna anti-evasione fiscale

Il Fisco ha deciso di intraprendere una campagna anti-evasione fiscale e gli utenti italiani sono in allerta per i prossimi controlli.

E’ partita ufficialmente la campagna anti-evasione da parte del Fisco italiano. Grazie al risparmiometro, l’Agenzia delle Entrate controllerà i conti corrente di società, ditte individuali e liberi professionisti, ma non solo. Sono sotto mirino anche i conti corrente dei clienti di UniCredit, Intesa San Paolo e BNL.

Lotta all’evasione

L’Agenzia delle Entrate e il Fisco hanno unito le loro forze nella lotta all’evasione fiscale creando un nuovo algoritmo, il cosiddetto “Risparmiometro”. Tale strumento permette di verificare se i risparmi accumulati in un anno sono coerenti con i redditi dichiarati. In caso di scostamento fra entrate e uscite superiore al 20%, crea degli elenchi selettivi su cui poi scattano i controlli.

Questa campagna anti-evasione si aprirà con controlli a tappeto su tutti i conti corrente di Unicredit, Intesa San Paolo e BNL. Verranno analizzate tutte le entrate ed uscite senza l’algoritmo del Risparmiometro. Se questa tecnica rivelerà una fonte di guadagno illecita o non dichiarata, il proprietario del conto corrente sarà obbligato a risponderne in determinate sedi.

Inoltre, affinché il lavoro del Fisco sia esatto, sarà fondamentale non solo il contributo dell’Agenzia delle Entrate, ma anche della Guardia di Finanza. Saranno, infatti, messi a disposizione tutti i dati contenuti nel database della Finanza.

Le linee guida dell’Agenzia delle Entrate

Con la circolare del mese di agosto l’Agenzia delle Entrate ha fornito agli uffici impegnati sul territorio delle linee guida da seguire nella procedura di controllo.

Inoltre, l’Agenzia delle Entrate incoraggerà l’adempimento spontaneo da parte dei contribuenti. Dal mese di settembre saranno inviate le prime lettere di compliance alle piccole e medie imprese. Le lettere saranno inviate soprattutto ai contribuenti che, pur avendo emesso fatture elettroniche, non risulta che abbiano presentato correttamente le relative comunicazioni dei dati delle liquidazioni dell’Iva.

Ti potrebbe interessare anche: Decreto Crescita e evasione fiscale, controlli anche su negozi e vendite online


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Sara Gatto

Ciao a tutti! Sono Sara, ho 20 anni e sono una studentessa. Il mondo della comunicazione è ciò che più mi interessa, in particolare il cinema, la musica e l'arte in generale. Spero che i miei articoli vi siano d'aiuto e che, oltre la curiosità, siano capaci di alimentare i vostri interessi.