Bonus affitto 2022 giovani: detrazione, scadenza, come richiederlo

-
13/01/2022

Bonus affitto 2022 giovani: detrazione, scadenza, come richiederlo

Bonus affitto 2022 per giovani, la legge di bilancio introduce alcune importanti novità. L’agevolazione è destinata a tutti i giovani che possiedono un reddito non superiore a 15493,71 euro e che non hanno compiuto i 31 anni di età. I beneficiari del provvedimento di tutela possono ottenere una detrazione su quanto pagato per l’affitto. La nuova manovra ha però ridotto la portata dell’operazione, in particolare restringendo l’entità del beneficio massimo.

Cresce però la platea dei potenziali beneficiari, visto che il provvedimento ha inserito anche chi decide di prendere in affitto una stanza tra coloro che possono usufruire della detrazione. Nel complesso, si tratta comunque di un’agevolazione importante anche considerando il fatto che permette di ridurre il ricorso alla percezione di canoni non registrati.

Bonus affitto 2022: ecco le novità previste con la nuova legge di bilancio

Partiamo proprio evidenziando le novità che sono state introdotte all’interno della nuova manovra, pubblicata in Gazzetta Ufficiale lo scorso 30 dicembre. In base al testo di legge, si evidenzia che l’agevolazione spetta “ai giovani di età compresa fra i 20 e i 31 anni non compiuti, con un reddito complessivo non superiore a 15.493,71 euro”.


Leggi anche: Orari visite fiscali 2022 per dipendenti pubblici e privati

Per ottenere la detrazione è necessario stipulare “un contratto di locazione ai sensi della legge 9 dicembre 1998, n. 431, per l’intera unità immobiliare o porzione di essa, da destinare a propria residenza”. In merito al beneficio, la normativa specifica che “spetta, per i primi quattro anni di durata contrattuale, una detrazione dall’imposta lorda pari a euro 991,60. Ovvero, se superiore, pari al 20% dell’ammontare del canone di locazione e comunque entro il limite massimo di euro 2.000”.

Riguardo a quest’ultimo punto, è opportuno sottolineare che in precedenza il limite massimo della detrazione spettante era fissato a 2400 euro, pertanto con l’avvento del 2022 scende l’importo del beneficio massimo ottenibile. La scadenza del bonus è fissata al termine dell’anno.

Bonus affitto: il riepilogo delle modifiche sui requisti di legge per poter ottenere l’agevolazione

Vediamo quindi quali sono le modifiche al bonus affitto rispetto ai requisiti richiesti in precedenza. Quello anagrafico individua innanzitutto la platea dei giovani che non hanno compiuto 31 anni (in precedenza il limite era fissato a 30 anni). Si ha diritto inoltre all’agevolazione anche per i contratti che riguardano una sola porzione dell’unità immobiliare.


Potrebbe interessarti: Pensione opzione donna 2022: novità, requisiti, come funziona e quanto si perde

Questo significa che si potrà ricorrere alla detrazione anche quando si affitta una sola stanza, un caso molto frequente per gli studenti universitari. Risulta però indispensabile spostare la residenza presso l’immobile.

L’importo minimo passa da 300 a 991,60 euro, ma con la possibilità di arrivare al massimo al 20% di 2000 euro. Infine, si aggiunge un anno in più al periodo di fruizione. Attenzione perch l’abitazione (o la porzione presa in locazione) non deve essere riconducibile ad altre persone fuorché il titolare del contratto di locazione che effettivamente abita nell’appartamento o nella stanza.

I requisiti per poter beneficiare del bonus dedicato ai giovani che sottoscrivono un contratto di locazione

Dal punto di vista pratico, possono beneficiare del bonus affitto 2022 tutti i giovani che hanno un’età compresa tra i 20 e i 31 anni (non compiuti) con un reddito complessivo non superiore a 15493,71 euro. È indispensabile inoltre stipulare un contratto di locazione per un’intera unità immobiliare (o una porzione di essa), da adibire tassativamente ad abitazione principale. Quest’ultima deve quindi risultare diversa dall’abitazione dei propri genitori.

L’agevolazione è valida per i primi quattro anni di stipula del contratto, pertanto non potrà essere utilizzata in caso di rinnovi dopo questo limite di tempo. Il governo ha stanziato circa 30 miliardi di euro per il “pacchetto affitti” e il bonus in questione rappresenta un contributo a fondo perduto erogato dall’Agenzia delle Entrate.

Come richiedere il bonus affitto per giovani

Attualmente non sono ancora disponibili le istruzioni ufficiali per richiedere il bonus affitto 2022 per giovani. È facile però che si segua la stessa prassi già utilizzata lo scorso anno. Nel 2021, per ottenere l’agevolazione, era necessario compilare gli appositi moduli presenti sul sito web dell’AdE. Tra i dati richiesti c’erano quelli relativi al contratto di locazione e all’immobile locato.