Bonus casa 110%: 3 interventi trainanti, bisogna fare attenzione ai tetti di spesa

-
13/07/2020

Bonus casa 110%, bisogna fare attenzione ai tetti di spesa e gli interventi trainanti e trainati. Modifiche anche nel bonus facciate e sisma bonus.

Bonus casa 110%: 3 interventi trainanti, bisogna fare attenzione ai tetti di spesa

Il bonus casa 110% è subordinato all’integrazione di uno dei tre interventi considerati trainanti (calda a condensazione, cappotto termico o pompa di calore), consente di accedere a interventi chiamati “trainati” come ad esempio l’impianto fotovoltaico. Ci sono vari considerazioni da fare, i limiti di spesa per gli interventi trainanti sono bassi e per ottenere il superamento delle classi energetico dell’edificio sono considerati tutti i miglioramenti effettuati. Per la massimizzazione del bonus fiscale bisogna fare un’attenta analisi previsionale di spesa dei singoli interventi e considerare la capacità di assorbimento della detrazione fiscale nei prossimi dieci anni.

Novità Bonus casa 110%

Il bonus casa 110 è a totale carico del Fisco, le ultime novità riguarda l’estensione delle seconde case. Il Superbonus è in vigore dal 1° luglio 2020 e resterà attivo fino al 31 dicembre 2021. Eccezione per le case popolari degli Iacp che sarà operativo fino al 30 giugno 2022.La novità riguarda anche il fattore temporale delle detrazioni fiscali che saranno spendibili per cinque anni, invece di dieci anni come le precedenti normative sulle ristrutturazioni e ecobonus. 

Bonus facciate  

Un altro aspetto da considerare è il bonus facciate con una detrazione al 90% per lavori di tinteggiatura della facciata dell’edificio, e possono accedere al superbonus 110% solo se assorbiti con l’intervento del cappotto termico, e quanto emerge dalle risposte degli esperti ‘ll Sole 24Ore’


Leggi anche: Cashback autostrada per pagamenti e spese in caso di cantieri: come funziona e cosa fare per averlo

 Bonus casa 110%: nuovi massimali e soggetti esclusi, novità ultima ora

Capannoni, uffici e spogliatoi, il superbonus è previsto?

Con l’iter di conversione in legge del Decreto legge Rilancio, per capannoni, uffici e spogliatoi e sulle unità immobiliari accatastate generalmente con categorie diverse da A/1, A/8, A/9, non è stato previsto alcun limite di spesa per l’isolamento termico, intervento trainante al 110%.

Possono accedere alle agevolazioni i soggetti:  persone fisiche, non imprenditori o professionisti;  associazioni e società sportive dilettantistiche (spogliatoi), Onlus.

Bonus casa 110%: nuovi massimali e soggetti esclusi, novità ultima ora

Sismabonus

Il decreto Rilancio ha subito delle modifiche che hanno evidenziato l’irrilevanza della doppia classe sismica ai fini della detrazione fiscale.  L’accesso al bonus casa 110% premia gli interventi di messa in sicurezza sismica, anche senza la doppia classe per miglioramento energetico. Richiesta, tuttavia, l’asseverazione dei professionisti incaricati alla progettazione strutturale e del collaudo statistico.

Novità bonus casa 110%: sconti e agevolazioni, le regole finali per i lavori da eseguire