Bonus condizionatori 2020 con sconto del 50%, 65% e 110%: come ottenerlo

-
01/06/2020

Bonus condizionatori 2020 con uno sconto del 50%, 65% e 110% per i contribuenti che acquistano una pompa di calore. Vediamo quali requisiti sono richiesti e cosa fare per ottenerlo nel 2020.

Bonus condizionatori 2020 con sconto del 50%, 65% e 110%: come ottenerlo

Il bonus condizionatori  è stato confermato nella legge di bilancio 2020 con uno sconto del 50%, 65 oppure del 110% per coloro che acquistano una pompa di calore. Analizziamo nel dettaglio chi può beneficiarne e quale documentazione produrre.

Bonus condizionatori 2020: agevolazione fiscale

Il bonus condizionatori 2020 comporta delle agevolazioni fiscali significative e spetta a tutto coloro che decidono di acquistare o sostituire i propri condizionato con quelli a risparmio energetico a pompa di calore (ad esempio classe A+++), la novità che il bonus condizionatore non è legato alla ristrutturazione, quindi spetta anche senza un progetto di ristrutturazione in atto.

Sconto, bonus e detrazione fiscale applicabile

Analizziamo nel dettaglio quando spetta il bonus, lo sconto e la detrazione.

Il bonus del  50% spetta ai soggetti che acquistano un climatizzatore classe energetica almeno catalogato A+ durante la fase di ristrutturazione ordinaria. Richiesta la certificazione del produttore oppure dell’installatore che dichiari il risparmio energetico del nuovo condizionatore. Il tetto massimo di spesa detraibile è di 96.000 euro, da dividere in dieci rate uguali per dieci anni.

Bonus del 50% senza ristrutturazione per i soggetti che acquistano un condizionatore in sostituzione di un vecchio impianto con uno ad efficienza energetica a pompa di calore. La detrazione in questo caso è del 50% fino ad un tetto di spesa di 48.000 euro, da dividere in dieci rate in dieci anni di uguale importo. La detrazione comprende la spesa di acquisto del bene, installazione e consegna.  

Detrazione del 65% per i soggetti che acquistano un condizionatore ad alta efficienza energetica a pompa di calore per sostituire uno di classe energetica inferiore. La detrazione si divide in 10 rate annuali per dieci anni, di uguale importo. L’importo massimo di spese detraibile è di euro 46.154.

Lo sconto può essere fruito anche per coloro che non hanno in progetto una ristrutturazione edile, ma l’acquisto è finalizzato alla sostituzione di un impianto di climatizzazione invernale di una classe energetica inferiore.

L’acquisto del condizionatore deve avvenire entro il 31 dicembre 2020, per i condomini il termine ultimo è 31 dicembre 2020.

La detrazione non si applica sull’acquisto di:

  • Deumidificatore d’aria;
  • Climatizzatore a basso consumo energetico;
  • Termopompa.

Bonus condizionatori 2020 al 110% non per tutti

Il bonus condizionatori 2020 al 110% non riguarda tutti gli impianti di condizionamento, la detrazione del 110% può essere applicata a patti che l’intervento sia eseguito congiuntamente ad altri interventi di maggiore entità:


Leggi anche: Fondo perduto per Partite IVA: al via pagamenti per 1,9 miliardi, come verificare il sussidio e quando arrivano i soldi

  • Sostituzione della caldaia con impianti centralizzati a condensazione per un costo massimo di 30.000 euro per ogni unità abitativa;
  • Isolamento termico (cappotto termico) per un tetto di spesa di 60.000 euro per ogni unità abitativa;
  • Per unità familiari, in base alla sostituzione della caldaia con impianti centralizzati, con un tetto di spesa al massimo di 30.000 euro.

Tutti i lavori eseguito dovranno mirare al miglioramento energetico almeno di due classi in più dell’edificio.