Bonus moda 2021: istruzioni, decreto attuativo e codici Ateco

-
13/10/2021

Bonus moda 2021: istruzioni, decreto attuativo e codici Ateco

Bonus moda 2021 verso la fase operativa, grazie alle istruzioni e al modulo diffuso dall’Agenzia delle Entrate. Il beneficio di legge consente alle aziende del comparto di ottenere un credito d’imposta fino al 30% degli stock di magazzino. Si tratta di un aiuto importante per un settore che risulta fortemente colpito dalla pandemia. Per comprendere l’impatto del coronavirus basta infatti osservare i dati comunicati in relazione alla prima parte dell’anno corrente da Confindustria Moda.

La produzione industriale del settore abbigliamento nel periodo gennaio – aprile 2021 ha registrato un -36,3% rispetto allo stesso periodo nel 20219. Il fatturato è invece calato del 26%. Mentre per Confartigianato nel corso della pandemia il sistema moda ha registrato perdite per circa 20 miliardi di euro. Il bonus moda rappresenta quindi un aiuto non solo importante, ma anche molto atteso dalle aziende del settore.

Il punto della situazione sul bonus moda 2021

Purtroppo nonostante i dati appena riportati e l’esigenza concreta di misure di aiuto, il bonus moda continua a restare in attesa del via libera finale. Si parla ormai da tempo del meccanismo di sostegno, che stenta però a diventare operativo. Le ultime notizie confermano che manca ancora il via libera da parte dell’Eu.


Leggi anche: Smart working per statali: ipotesi anche dall’estero

Per quanto concerne la legislazione italiana, il beneficio di legge risulta pronto al via tramite il provvedimento preso dall’Agenzia delle Entrate n. 262282 risalente allo scorso 11 ottobre 2021. L’agevolazione pensata per sostenere il settore industriale del tessile e della moda è stata inizialmente inserita all’interno del cosiddetto Decreto Rilancio (all’articolo 48-bis). Purtroppo è tra i provvedimenti che stanno impiegando più tempo per entrare in azione.

Bonus moda ancora in attesa del via libera finale

Il bonus moda risulta quindi ancora in attesa dell’ok finale. Al momento è possibile però individuare il perimetro d’azione del beneficio, considerando che l’Agenzia delle Entrate ha stabilito i criteri di partecipazione. Nel testo si legge che il provvedimento è volto a “sostenere le imprese attive nell’industria tessile e della moda”. Rientra anche il settore “delle calzature e della pelletteria”.

Lo strumento è volto a compensare le perdite prodotte dalla pandemia, ma per poterne beneficiare bisogna possedere alcuni criteri specifici. Il credito d’imposta è infatti riconosciuto nella misura massima del 30% delle eccedenze di magazzino. Conta la media registrata nei tre anni antecedenti a quello di percezione del bonus.

Al fine di ottenere la compensazione, serve inoltre comunicare all’AdE l’incremento di valore delle rimanenze finali di magazzino. Attraverso questo procedimento, è possibile capire la quota di credito di cui è possibile beneficiare.


Potrebbe interessarti: Nuovo digitale terrestre: cosa cambia su bonus, frequenze e canali TV

Indispensabile la domanda telematica per il meccanismo di sostengo del settore moda

Al fine di ottenere il bonus moda è indispensabile utilizzare la domanda telematica predisposta dall’Agenzia delle Entrate. I termini effettivi per l’invio della comunicazione all’Ade, da effettuare tramite l’apposita modulistica, saranno definiti dopo l’ok della Commissione europea. L’invio potrà essere eseguito anche da parte di un intermediario autorizzato alla trasmissione.

L’AdE si occuperà quindi di verificare i dati comunicati e di calcolare la quota percentuale dei crediti che le aziende potranno effettivamente utilizzare in compensazione. Come riportato all’interno dell’ultima comunicazione, “la percentuale sarà resa nota con successivo provvedimento, da emanare entro 10 giorni dalla scadenza dei termini di presentazione delle domande”.

Bonus moda 2021: ecco i codici ATECO che possono usufruire del beneficio

La stessa Agenzia delle Entrate ha fornito infine i codici ATECO delle aziende che possono beneficiare del bonus moda tramite il modello AA7/AA9. Il possesso del codice attività è indispensabile per poter inoltrare la propria domanda all’Agenzia delle Entrate e usufruire quindi del credito di im posta. Rientrano nell’area di azione del provvedimento:

  • 13.10.00 Preparazione e filatura di fibre tessili.
  • 13.20.00 Tessitura.
  • 13.30.00 Finissaggio dei tessili, degli articoli di vestiario e attività similari.
  • 13.91.00 Fabbricazione di tessuti a maglia.
  • 13.92.10 Confezionamento di biancheria da letto, da tavola e per l’arredamento.
  • 13.92.20 Fabbricazione di articoli in materie tessili nca.
  • 13.93.00 Fabbricazione di tappeti e moquette.
  • 13.94.00 Fabbricazione di spago, corde, funi e reti.
  • 13.95.00 Fabbricazione di tessuti non tessuti e di articoli in tali materie (esclusi gli articoli di abbigliamento).
  • 13.96.10 Fabbricazione di nastri, etichette e passamanerie di fibre tessili.
  • 13.96.20 Fabbricazione di altri articoli tessili tecnici ed industriali.
  • 13.99.10 Fabbricazione di ricami.
  • 13.99.20 Fabbricazione di tulle, pizzi e merletti.
  • 13.99.90 Fabbricazione di feltro e articoli tessili diversi.
  • 14.11.00 Confezione di abbigliamento in pelle e similpelle.
  • 14.12.00 Confezione di camici, divise ed altri indumenti da lavoro.
  • 14.13.10 Confezione in serie di abbigliamento esterno.
  • 14.13.20 Sartoria e confezione su misura di abbigliamento esterno.
  • 14.14.00 Confezione di camicie, T-shirt, corsetteria e altra biancheria intima.
  • 14.19.10 Confezioni varie e accessori per l’abbigliamento.
  • 14.19.21 Fabbricazione di calzature realizzate in materiale tessile senza suole applicate.
  • 14.19.29 Confezioni di abbigliamento sportivo o di altri indumenti particolari.
  • 14.20.00 Confezione di articoli in pelliccia.
  • 14.31.00 Fabbricazione di articoli di calzetteria in maglia.
  • 14.39.00 Fabbricazione di pullover, cardigan ed altri articoli simili a maglia.
  • 15.11.00 Preparazione e concia del cuoio e pelle; preparazione e tintura di pellicce.
  • 15.12.01 Fabbricazione di frustini e scudisci per equitazione.
  • 15.12.09 Fabbricazione di altri articoli da viaggio, borse e simili, pelletteria e selleria. 15.20.10 Fabbricazione di calzature.
  • 15.20.20 Fabbricazione di parti in cuoio per calzature.
  • 16.29.11 Fabbricazione di parti in legno per calzature.
  • 16.29.12 Fabbricazione di manici di ombrelli, bastoni e simili.
  • 20.42.00 Fabbricazione di prodotti per toletta: profumi, cosmetici, saponi e simili.
  • 20.59.60 Fabbricazione di prodotti ausiliari per le industrie tessili e del cuoio.
  • 32.12.10 Fabbricazione di oggetti di gioielleria e oreficeria in metalli preziosi o rivestiti di metalli preziosi.
  • 32.12.20 Lavorazione di pietre preziose e semipreziose per gioielleria e per uso industriale.
  • 32.13.01 Fabbricazione di cinturini metallici per orologi (esclusi quelli in metalli preziosi).
  • 32.13.09 Fabbricazione di bigiotteria e articoli simili nca.
  • 32.50.50 Fabbricazione di armature per occhiali di qualsiasi tipo; montatura in serie di occhiali comuni.
  • 32.99.20 Fabbricazione di ombrelli, bottoni, chiusure lampo, parrucche e affini.