Bonus TV 2021, 100 euro senza ISEE ma tra i nuovi requisiti c’è il canone RAI: cos’è e come funziona

-
04/07/2021

Per il Bonus TV 2021 emerge un nuovo requisito, serve dimostrare il pagamento del canone RAI. Ma lo sconto potrà essere ottenuto senza ISEE e riguarderà anche i televisori con altissima definizione. Tutte le informazioni da conoscere al riguardo.

Bonus TV 2021, 100 euro senza ISEE ma tra i nuovi requisiti c’è il canone RAI: cos’è e come funziona

Il bonus TV 2021 è finalmente in partenza. L’agevolazione porta con sé importanti novità, a partire da una modifica dei requisiti dell’ultima ora che interesserà milioni di potenziali fruitori. Il riferimento va all’obbligo di disporre della prova di pagamento del canone RAI per l’anno in corso. Nella pratica, sarà necessario portare la bolletta dell’utenza sulla quale viene addebitato il canone, oppure in alternativa il modello F24 con cui è stata eseguita la quiescenza.

La novità arriva contestualmente alla firma congiunta del Ministero dell’Economia e del Mise rispetto al decreto attuativo, che contiene le istruzioni operative da seguire per ottenere il bonus. Il passaggio rappresentava l’ultimo via libera necessario per far decollare il beneficio di legge. Al momento non resta quindi che attendere la pubblicazione del decreto all’interno della Gazzetta Ufficiale, che dovrebbe avvenire entro e non oltre i prossimi 15 giorni.

Bonus TV 2021: ecco come funziona la nuova agevolazione

Entrando nel merito dell’iniziativa, il bonus TV 2021 garantisce 100 euro di agevolazione per acquistare TV di nuova generazione. Il vincolo riguarda la presenza nei dispositivi di decoder utili a ricevere le frequenze digitali. Queste saranno aggiornate a partire dal prossimo mese di settembre e copriranno l’intera penisola entro la metà del prossimo anno. Il governo ha deciso di estendere ulteriormente la platea dei beneficiari attraverso la soppressione del vincolo ISEE.


Leggi anche: Fondo imprese in difficoltà: domande in riapertura

In questo modo, tutti potranno beneficiare del provvedimento, salvo l’esaurimento dei fondi complessivi appositamente stanziati. Al momento, la cifra messa a disposizione dall’esecutivo corrisponde a 100 milioni di euro. Il termine finale per poter utilizzare il bonus è fissato al prossimo 31 dicembre 2022, fatta eccezione per il possibile esaurimento precedente dei finanziamenti pubblici.

Come funziona il bonus TV 2021 e quali sono i requisiti di legge

Stante la situazione appena evidenziata, appare utile riepilogare i requisiti necessari per poter fruire del nuovo bonus TV 2021, tenendo presente che non è più necessario presentare l’ISEE. Risulta invece indispensabile:

  • essere residenti in Italia.
  • Rottamare il precedente apparecchio televisivo.
  • Provare di aver pagato correttamente il canone RAI.

La rottamazione del televisore obsoleto riguarda tutti gli apparecchi che sono stati acquistati prima del 22 dicembre 2018. Questi non sono infatti in grado di ricevere la tecnologia HEVC Main 10. Per la rottamazione è necessario consegnare fisicamente la televisione presso il rivenditore. Quest’ultimo si occuperà del relativo smaltimento.

In alternativa, il proprietario del televisore da rottamare può recarsi in autonomia presso le discariche autorizzate compilando un apposito modulo e consegnando l’apparecchio da sostituire. Il modulo andrà poi portato con sé al momento del nuovo acquisto. Il negoziante applicherà così uno sconto del 20% per un’erogazione massima di 100 euro.


Potrebbe interessarti: Imu seconda rata: scadenza del 16/12, esenzioni e riduzioni